Pubblicato il: martedì 31 Maggio, 2022
Coinvolti alcuni istituti scolastici

CATANIA – Beni confiscati alla mafia:  “arance della legalità” trasformate in marmellate

Le arance raccolte nell’agrumeto di contrada Jungetto, sottratto alla criminalità, arrivano nelle scuole cittadine trasformate in marmellate.
Alla presenza del Prefetto Maria Carmela Librizzi, l’assessore ai Beni confiscati alla mafia, Michele Cristaldi, ha partecipato nell’istituto comprensivo “Sauro-Giovanni XXIII” alla consegna agli allievi della scuola, coinvolti nella raccolta solidale delle arance,  dei vasetti realizzati dagli studenti dell’ I.I.S. Fermi Eredia, nell’ambito delle attività promosse per favorire la cultura della legalità in sintonia con l’assessorato alla Pubblica Istruzione retto da Cinzia Torrisi.
La preside Francesca Condorelli ha accolto nell’auditorium la cerimonia che si è conclusa con la distribuzione delle marmellate. Sono intervenuti tra gli altri l’artista Umberto Gagliano, autore di un’opera pittorica tematica dedicata alla legalità, il vicepreside Antonio Aloisi e il prof. Enzo Granata referente del progetto dell’I.I.S. Fermi Eredia che con i suoi studenti si è occupato  della trasformazione in marmellata delle arance raccolte nel terreno confiscato alla mafia e assegnato al Comune di Catania.
Il Prefetto si è congratulato con gli studenti per le tante attività realizzate in particolare nell’ambito della cultura della legalità.
Durante l’incontro, gli alunni delle classi 3A, 3F, 3G e 1B hanno accolto gli  ospiti con le note dell’inno di Mameli e hanno poi partecipato attivamente ponendo domande sulle azioni messe in atto dalle istituzioni riguardo alla legalità. La classe 5H della scuola primaria ha mostrato ai partecipanti il lavoro grazie al quale ha vinto il concorso bandito da Lions Club Catania Gioeni. Il momento finale ha visto i ragazzi protagonisti di uno spettacolo di musica e danza dedicato alla città di Catania.
“Abbiamo iniziato questa raccolta solidale di arance, coltivate in un terreno confiscato alla mafia – ha detto l’assessore Cristaldi – con la benedizione di  Monsignore Luigi Renna e abbiamo continuato l’iniziativa con la consegna delle marmellate prodotte dai ragazzi dell’istituto Fermi-Eredia alla presenza di Sua Eccellenza il Prefetto, a testimonianza di un ampio coinvolgimento della nostra comunità per promuovere un messaggio concreto di solidarietà e legalità”. 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace