Pubblicato il: sabato 21 Maggio, 2022
Consorzio di tutela tira le somme dopo il Prowein

A settembre “Etna Days – I Vini del Vulcano”

MICHELE LA ROSA – Dopo Düsseldorf è tempo di bilanci e programmi. Al ProWein i vini dell’Etna di nuovo protagonisti. Il consorzio di tutela coglie l’occasione per annunciare anche alcuni obiettivi. Gli sforzi da parte del Consorzio si concentrano ora sulla prima edizione di “Etna Days – I Vini del Vulcano”, l’evento che dal 14 al 17 settembre 2022 porterà sul territorio etneo stampa e critici internazionali per conoscere in diretta i produttori e i loro vini- “Sarà un’occasione importante per far conoscere da vicino i tratti distintivi della viticoltura che si trova alle pendici del vulcano attivo più alto d’Europa” commenta Francesco Cambria, presidente del Consorzio Etna Doc. “Oltre a visite in cantina e nei vigneti, un grande banco di assaggio consentirà di degustare le ultime annate delle diverse tipologie prodotte nel nostro territorio. Gli Etna Days si concluderanno nella città di Catania con una kermesse che prevederà banchi di degustazione ed eventi aperti al pubblico”. 

Tre giorni di incontri professionali proficui e costruttivi all’interno di un clima di ritrovata fiducia per la ripresa degli avvenimenti fieristici. Si è conclusa con un bilancio positivo la partecipazione del Consorzio Etna Doc al ProWein, importante fiera internazionale del vino che si è nuovamente svolta in presenza dal 15 al 17 maggio a Düsseldorf.  

Dopo la partecipazione al Vinitaly di Verona, siamo altrettanto soddisfatti di essere stati presenti anche al Prowein con un gruppo di quarantadue produttori appartenenti al Consorzio, suddivisi tra la nostra area collettiva e altri stand” spiega Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio Etna Doc. “La missione del Consorzio è quella di continuare un percorso di internazionalizzazione, per far conoscere anche all’estero tutte le sfumature dei vini etnei, determinate dalle peculiarità del territorio. Inoltre. la ripresa in presenza di questi importanti appuntamenti fieristici contribuisce a tenere vivo un clima di fiducia e voglia di ripartenza dopo i due anni contrassegnati dall’emergenza pandemica”. 

Anche a Düsseldorf si è confermato il grande interesse nei confronti dei vini etnei da parte degli operatori internazionali. “La distintività dei nostri vini è ormai un tratto riconosciuto e che continua a suscitare curiosità e profonda attenzione da parte dei buyer internazionali, che sono alla ricerca di carattere, originalità e legame con varietà autoctone – afferma il vice-presidente del Consorzio Seby Costanzo –. Il comprensorio dell’Etna è in grado di riuscire a soddisfare perfettamente tutte queste richieste e anche al Prowein abbiamo ricevuto ottimi attestati di apprezzamento per le tipologie presenti all’interno della nostra denominazione”. 

Sul vulcano intanto c’è sempre fermento, le cantine aumentano, così come si registra un numero sempre crescente di eventi tematici legati al mondo del vino, la prossima settimana intanto ci sarà pure Cantine Aperte, in collaborazione con il Movimento turismo del Vino.

(foto dalle pagine social di ProWein)

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace