Pubblicato il: sabato 30 Aprile, 2022
Tra turismo religioso e turismo lento

PARCO DELL’ALCANTARA- Intesa sul Cammino del Tindari. Collaborazione con la Compagnia dell’Ostello

MICHELE LA ROSA – L’ente Parco fluviale dell’Alcantara ha approvato lo schema di convenzione con l’associazione “la Compagnia dell’Ostello” per la partecipazione ai servizi turistico – ambientali del Cammino di Tindari. Si tratta di una convenzione con l’associazione di volontariato  che punta a sostenere le attività necessaria ad incrementare il cosiddetto turismo religioso o turismo culturale lento lungo la direttrice Valle Alcantara – Etna – Montalbano Elicona-Patti –santuario di Tindari. Un accordo per sensibilizzare e promuovere così il turismo ecosostenibile. Una collaborazione che va ad aggiungersi ad un progetto già avviato da parte della Compagnia dell’Ostello di Mojo Alcantara e che diventa strategica per le finalità condivise dai due soggetti. In queste zone dell’Alcantara peraltro il culto alla Madonna del Tindari  è molto forte, ancora oggi, anche se di meno rispetto ad un tempo, partono intere comunità in pellegrinaggio a piedi fino al Santuario sulla costa tirrenica messinese. Di turismo religioso in Sicilia se ne parla da decenni e non sempre le iniziative annunciate hanno avuto seguito. Qui siamo in presenza di un progetto già avviato che grazie anche al supporto di comuni e altri soggetti lungo il percorso punta a dare e creare servizi per i camminanti, per gli escursionisti che  lungo il Cammino del Tindari attraversano  diverse  aree protette (l’Alcantara, i Nebrodi, il Bosco di Malabotta, per giungere poi fino ai laghetti di Marinello.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace