Pubblicato il: mercoledì 5 Gennaio, 2022
Servizi da potenziare mancano almeno 10 medici

BRONTE – Carenza di medici all’Ospedale.Firrarello e De Luca appello alla Regione

“Chiediamo un incontro con l’intero vertice dell’Asp 3 di Catania alla presenza dell’Assessore Ruggero Razza. Sarà l’occasione per affrontare una volta per tutte le criticità derivante dalla carenza di personale nell’Ospedale Castiglione Prestianni di Bronte”.

E’ la proposta, forte, che il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, ha effettuato in occasione del vertice in ospedale alla presenza del direttore sanitario del Presidio, dott. Salvatore Pillera, del direttore del Dipartimento di Anestesia Giuseppe Rapisarda e dei sindaci di Randazzo e Cesarò.

Presenti all’incontro anche l’assessore alla Salute del Comune di Bronte, Angelica Prestianni, il presidente del Consiglio comunale Aldo Catania ed il consigliere Salvatore Calamucci. L’incontro, organizzato dal sindaco di Maletto, Pippo De Luca, è scaturito a seguito dell’interruzione degli interventi programmati nel reparto di Chirurigia dell’ospedale a causa della carenza di Anestesisiti. Ma se da una parte, dopo l’interruzione nei primi giorni dell’anno, ieri l’Asp ha ripristinato il servizio, istituendo una “sinergia” col l’Anestesia dell’Ospedale di Biancavilla, i sindaci hanno chiesto che venga posta fine la continua emergenza.

“Abbiamo bisogno almeno di altri 10 medici. – ha affermato Firrarello – Non mancano solo anestesisti, mancano anche pediatri e medici di Pronto soccorso. La verità è che gli ospedali riuniti non hanno mai funzionato.

E Bronte deve funzionare benissimo perché montano. Io sono testimone di atteggiamenti contraddittori. Da una parte il Pronto soccorso é stato potenziato, dall’altra mancano i medici. Abbiamo una Ortopedia ricercata ed a servizio di tanti pazienti, ma il bravissimo dott. Giuffrida rischia di rimanere da solo. Non si può continuare così.

Vanno fatti i concorsi riservati per gli ospedali che hanno bisogno di medici. Non é possibile che al Garibali, al Policlinico ed al Cannizzaro i medici sono in esubero, ed in altri mancano. A capire questa situazione devono essere sia la Regione, sia l’Asp.Per questo motivo chiedo a te che ci hai invitato a questo incontro – ha concluso Firrarello rivolgendosi a Pippo De Luca – di organizzare un altro incontro con tutti i sindaci oggi presenti alla presenza della Direzione dell’Asp e l’assessore Razza”. 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace