Pubblicato il: giovedì 14 Ottobre, 2021

SICILIA – TTG Travel, per il turismo arrivano i Club di Prodotto siciliani

dav

Manlio Messina, assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, durante la conferenza stampa tenutasi al TTG Travel Experience di Rimini, ha illustrato, al pubblico di giornalisti e operatori del settore, i traguardi raggiunti in termini turistici. Lo conferma la piattaforma eDreams che ha rilevato come l’Isola sia stata tra le destinazioni top dell’estate 2021, con un vero boom tra prenotazioni e arrivi.

Una conferma del buon risultato arriva anche dalle rilevazioni Turistat, relative al mese di agosto 2021, secondo le quali sono stati eguagliati i numeri sorprendenti, di turisti italiani, del 2019, con 500 mila arrivi; la medesima raccolta di dati indica anche l’ottimo incremento rispetto al 2020: nel complesso, equiparati gli arrivi e le presenze di italiani rispetto agosto dell’anno scorso (praticamente unico mese in cui si è lavorato), ma con un aumento di oltre il 50% della media di arrivi e presenze di turisti stranieri.

Ad un’analisi più dettagliata, il confronto tra l’estate 2021 e quella del 2020 vede tutti i numeri in crescita. Un trend certamente scontato, vista la crisi causata dalla pandemia l’anno scorso, ma che è andato ben oltre le previsioni più rosee.
In particolare, a giugno complessivamente c’è stata un’impennata del 74% negli arrivi (185.642) e del 125% nelle presenze (548.577). Gli italiani arrivati in Sicilia (151.907) sono aumentati del 53% e le presenze (425.242) in media del 97%. Gli arrivi degli stranieri (33.735) hanno registrato un +470% e le presenze (123.335) una crescita del 540%. In salita anche i dati di luglio rispetto a un anno fa: per gli italiani +15% gli arrivi (390.890) e +28% le presenze (1.250.116); per gli stranieri +109% gli arrivi (133.240) e un conseguente incremento del 107% delle presenze (466.276). In raffronto al 2019 c’è da annotare il dato di luglio, con gli arrivi italiani superiori del 6% rispetto a quelli dello stesso mese di due anni fa e una piccola flessione delle presenze, pari al 3,6%. Complessivamente, tra connazionali e turisti esteri, a luglio ci sono stati un 22% di arrivi in meno e il 31% di presenze in meno.

Se guardiamo al 2019, anno in cui non c’era ancora la pandemia – conferma Messina – c’è ancora terreno da recuperare, ma i dati di luglio 2021 sono confortanti. Il numero di italiani che ha scelto di trascorrere le vacanze in Sicilia è superiore a quello di due anni fa. All’appello mancano ancora due terzi degli stranieri, e certo dipende molto dalla situazione internazionale, ma siamo sulla strada giusta. Gli incentivi e le promozioni lanciati dal Governo Musumeci, con il progetto ‘See Sicily’, stanno contribuendo a far tornare i turisti nella nostra Isola. Stiamo pianificando ulteriori azioni di promozione, puntiamo a destagionalizzare, allungare la stagione e promuovere settori specifici come il turismo sportivo. Intanto – aggiunge Messina – attendiamo con fiducia i dati di agosto per avere un quadro ancora più definito e tracciare un primo bilancio di questa estate. La collocazione dell’Isola in zona gialla non dovrebbe influire su questo trend di crescita“.

Si punta sulla destagionalizzazione, quindi. Novità in primis sui grandi eventi culturali e sportivi. Settembre ed ottobre 2021 hanno visto la realizzazione di due importanti rassegne. Innanzitutto, il lancio della prima edizione del Sicilia Jazz Festival a Palermo, con un calendario ricco di grandi nomi e progetti artistici inediti e, quindi, l’edizione 2021 del Tributo a Vincenzo Bellini: un importante festival musicale annuale che dedica un doveroso omaggio all’autore della Norma, a cui la Regione ha scelto di assegnare il ruolo internazionale di ambasciatore della Sicilia. Sempre in ambito culturale, dal 6 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022, alcune località iconiche dell’isola ospiteranno un programma di attività che vedrà l’allestimento di mercatini natalizi, ma anche appuntamenti nell’anfiteatro per eventi musicali, come il concerto di Capodanno, o proiezioni di preview del Filmfestival.

Infine, gli appuntamenti sportivi: appena concluso a Palermo il Campionato Mondiale di Vela Paralimpica classe Hansa, mentre sono già in programma, ad aprile, il Giro di Sicilia e, a maggio, il Giro di Italia, volendo dare alcuni esempi della portata degli eventi sportivi di sicuro richiamo che attireranno turisti nella Regione anche lontano dalla stagione estiva. Annunciata poi la prima Fiera del Turismo Sportivo, che si terrà a Palermo nella primavera 2022, con l’obiettivo di valorizzare tutte le attività sportive che si possono svolgere in Sicilia e l’indotto turistico che possono creare.

Sono infine stati presentati da Maria Sabrina Leone, progettista e coordinatrice, i primi Club di Prodotto siciliani. Sono tre Reti di impresa che perseguono obiettivi di specializzazione aziendale e territoriale su quelli che si considerano i prodotti di vacanza a maggior sviluppo nel prossimo futuro in Sicilia: il turismo delle famiglie con bambini – KIDSICILY, il turismo attivo e sportivo – ACTIVE SICILY ed il turismo pet-friendly – PET&TRAVEL Sicily.

“Per la prima volta la Regione sta operando con una visione unitaria che mette insieme ricettività e servizi turistici, grandi festival e competizioni sportive di carattere internazionale. Raccogliamo le soddisfazioni di questa estate 2021 per guardare al futuro con maggiore impegno. Destagionalizzazione, turismo sportivo e culturale, programmazione e promozione con largo anticipo sono le direttrici su cui intendiamo continuare a investire energie e risorse”, conclude Manlio Messina.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace