Pubblicato il: lunedì 6 Settembre, 2021
Arte e personalità del grande artista siciliano

MONTALBANO ELICONA (Me) – Nel ricordo di Franco Battiato.Sui luoghi dell’ispirazione.

” Tra Cento miliardi di stelle”. Questo il titolo della rassegna omaggio a Franco Battiato che qui si terrà, presso il Castello Svevo-Aragonese, sabato 11 e domenica 12 settembre. Luoghi incantati,cornice ideale per le musiche, i testi, le idee del maestro Battiato.
Due giorni di spiritualità – come recita il sottotitolo dell’iniziativa – frammenti, suoni, visioni e ricordi dedicati al grande compositore, pittore e regista recentemente scomparso che, proprio a Montalbano Elicona, presso l’altipiano dell’Argimusco, ha girato alcuni esterni del suo ultimo film “Attraversando il Bardo”.
L’iniziativa è realizzata dal Comune di Montalbano Elicona con il patrocinio dell’Assessorato beni culturali e identità siciliana della Regione Sicilia per quanto riguarda la parte istituzionale, e in collaborazione con alcuni partner tecnici (Naxoslegge – Petralab – Scuola di cinema indipendente Piano Focale – Eikona Film – IAS Istituto di archeoastronomia siciliana – circuito I castelli e Torri d’Italia per quanto riguarda i contenuti.
L’iniziativa, introdotta e moderata da Fabio Bagnasco ed Enzo Ruggeri, prevede la presentazione di “Segnali di vita – la biografia della ‘Voce del Padrone” di Fabio Zuffanti (modera Fulvia Toscano, direttore artistico Naxoslegge) e “Niente è come sembra. Simbologia dei testi” di Guido Guidi Guerrera. I percorsi letterari proseguono con “La via interiore”, una serie di brani narrati dall’attore e regista Alfio Zappalà accompagnato dalla danzatrice Grazia Cernuto e dal musicista Kalim Alisahi, con la conferenza multimediale “Torneremo ancora” ( a cura del compositore Giovanni Mirabile) e con un incontro particolare, ideato e diretto dall’Astrofisico Andrea Orlando, intitolato “Franco Battiato e le meccaniche celesti”. Fabio Cinti e Arturo Stalteri sono i protagonisti dei 2 principali eventi musicali: Fabio Cinti con il suo “Recital in duo su Franco Battiato” (accompagnato al pianoforte da Alessandro Russo) e Arturo Stalteri con “ In sete altere” una personale lettura pianistica del repertorio di Battiato.
Spazio alle arti visive con la mostra della pittrice Vita Catalano, che ha selezionato per l’occasione una silloge di opere ispirate alla cultura tradizionale e alla spiritualità.,
Sul fronte del cinema e delle arti visive la presentazione della nuova edizione del volume “Il cinema di Franco Battiato. Un mezzo di conoscenza”, di Graziana Di Biase e la proiezione di “Attraversando il Bardo” seguita da “Viaggio a Kathmandu” di Susy Blady.
Il cinema, in particolare il cortometraggio, avrà un particolare spazio grazie alla presenza di un selezione di opere prodotte e presentate dalla Scuola di cinema indipendente “Piano Focale” (saranno presenti il direttore e il vicedirettore di Piano Focale, Giuseppe Gigliorosso e Gianni Cannizzo).
Un momento particolarmente sentito dell’iniziativa sarà la galleria di ricordi, testimonianze e videoclip (curata da Alessio Cantarella”) e la presenza del cantautore Pippo Pollina (che ha avuto con Battiato una serie di collaborazioni) che ricorderà il fratello Massimiliano, (coproduttore e amico del musicista di Riposto) prematuramente scomparso nel 2018.
Una lettura tradizionale dei brani in siciliano di Battiato è affidata ad Antonio Smiriglia, accompagnato da Mario Valenti al pianoforte.
“Non è solo il ricordo di un grande artista e di un amico della nostra comunità – sottolinea il sindaco di Montalbano Elicona, Filippo Taranto – ma vuole essere il nostro contributo affinché si percepisca l’attualità perenne dell’arte di Battiato, il suo essere artista multiforme e geniale, figura imprescindibile per la musica e, in generale, per tutta l’arte del nostro tempo. Per noi – conclude Taranto – Battiato è sempre vivo e presente.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace