Pubblicato il: lunedì 6 Settembre, 2021
Due giorni di studi ed iniziative

GRANITI(Me) – Da Mazzullo a Scarpignato: quei concittadini illustri,artisti di grande spessore

Lo Monte: accendiamo i riflettori sulla nostra comunità

MICHELE LA ROSA – La Città dei murales e delle ciliegie rende omaggio ai concittadini illustri. Due giornate di riflessione, sabato e domenica, per accendere i riflettori su due artisti in particolare. Giuseppe Mazzullo, scultore di fama internazionale “poco” conosciuto nel suo paese natio. Questo il risultato di questa prima due giornate di studi dedicati allo stesso Marzullo e a Salvatore Scarpignato, altro artista locale il cui impegno e profilo artistico è stato evidenziato domenica. L’iniziativa, voluta dal sindaco Carmelo Lo Monte, sabato ha visto i lavori coordinati da Giuseppe Mannino, altro  artista  granitese doc ma “adottato” a Roma, dove è stato anche presidente del consiglio comunale. Ai lavori sono intervenuti pure Mario Bolognari, sindaco di Taormina, Giuliana Colavecchio, presidente della Fondazione Mazzullo presso il Palazzo Duchi di Santo Stefano nella città taorminese,Domenico Targia, per l’Assessorato Regionale Beni Culturali,  uomini di cultura, altri amministratori. Giuseppe Mazzullo, scultore noto nel contesto internazionale purtroppo gode di poca fama nella sua Sicilia, da qui l’iniziativa nel suo paese natio, Graniti, di accendere i riflettori sull’artista. Sempre qui si attendono ancora le 25 opere che dovrebbero essere esposte nel locale museo a lui dedicato. Una occasione per rivedere il suo ruolo, il suo impegno per Graniti ma anche del suo paese natio verso lo stesso artista. “ Da qui dobbiamo iniziare un percorso nuovo per dare la giusta importanza a questo nostro concittadino famoso nel mondo ma sconosciuto, o quasi, dai nostri concittadini”- esordiva il sindaco Carmelo Lo Monte, così come Giuliana Colavecchio ha ribadito che la Fondazione Mazzullo di Taormina per portare avanti la sua missione ha bisogni di fondi, di attenzioni, non solo di buoni intenti. E la sala espositiva che ha fatto da auditorium vede anche uno spazio dedicato al compianto insegnante Giuseppe Quercia, per tanti anni corrispondente della Gazzetta del Sud e che da quelle pagine ha raccontato Graniti, tra vicende amministrative e momenti di vita quotidiana:fotografie e ritagli di giornale ripercorrono lunghe parentesi di vita locale del piccolo comune della Valle dell’Alcantara.

Opera di Mazzullo
l’arte di Scarpignato

Ricordando il maestro Quercia collaboratore della Gazzetta del Sud

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace