Pubblicato il: sabato 4 Settembre, 2021
"Piccolo è bello" al Feudo Vagliasindi

RANDAZZO – Vini, i piccoli produttori verso un grande progetto

MICHELE LA ROSA – Insieme, non solo i piccoli produttori, ma anche i grandi. Vini di nicchia, piccoli quantitativi ma “grande” qualità, in grado di conquistare il consenso dei mercati, dei consumatori. Così i piccoli produttori di vini dell’Etna insieme per un progetto di condivisione con i grandi del settore ma anche per avere un confronto più rappresentativo con le istituzioni. E’ uno degli obiettivi che emergono dall’evento “ Piccolo è bello tenutosi alcune sere fa. Protagonisti sono stati i vini bianchi dei piccoli vigneron del vulcano” tenutosi sabato sera al Feudo Vagliasindi  a qualche chilometro da Randazzo. Ben 32 piccoli produttori di vini  dell’Etna hanno dato vita a questa terza edizione dell’evento . Un format questo ideato da Agata  Arancio, che con la Fondazione Italiana Sommelier, ha dato luogo a questo progetto e che coinvolge Corrado e Paolo Vassallo, fratelli produttori vitivinicoli ed imprenditori turistici e che nelle ultime ore annunciano che i propri vini saranno “protagonisti” pure alla Rassegna del Cinema di Venezia. Non solo degustazioni e musica in una cornice suggestiva tra l’Etna e l’Alcantara, ma occasione di confronto e riflessione su molti temi che riguardano questo comparto sull’Etna. “ C’è sinergia tra quasi tutti i partecipanti all’evento, si avverte l’esigenza di avere una voce comune tra i piccoli produttori, non si vuole creare una ulteriore divisione ma anzi si vuole creare una maggiore collaborazione anche con i grandi produttori di vini, avendo allo stesso tempo anche una certa rappresentatività nel confrontarci con le istituzioni. L’evento ci ha fatto riflettere e guardiamo al futuro, c’è un progetto più ambizioso ma non è ancora il momento per illustralo, ci stiamo lavorando ed ipotizzando alcune iniziative” – ci dice Corrado Vassallo che ci ha messo cuore ed anima nell’organizzazione di questa manifestazione che ha attirato molti enoturisti, e continuando – “ il nostro obiettivo è condividere alcune iniziative ed idee anche con i grandi produttori, condividere una certa linea intellettuale e programmatica, una condivisione di esperienze che può portare benefici ad entrambi, ovvero ai piccoli produttori ma anche ai grandi del settore. L’Etna ha bisogno di esperienze condivise e progetti in comune”.  L’evento così è stato anche una occasione di riflessione sui vini bianchi, in un contesto territoriale dove c’è stata pure l’opportunità  di apprezzare l’olio di oliva extra vergine dell’Etna,il pistacchio di Bronte, ed altri prodotti tipici della zona etnea. Una serata di mondanità tra vini ma anche musica con il gruppo dei Ridillo, band musicale  del funk-soul italiano, formatosi tra le province di Reggio Emilia e Mantova nel 1991 con più di 900 concerti, dai festival di provincia al concorso in Giappone (Yamaha Music Quest), dalle favolose date con gli Earth Wind & Fire e James Brown, alla tournée con Gianni Morandi. 112 canzoni registrate, 38 singoli, 8 album.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace