Pubblicato il: domenica 15 Agosto, 2021
Presentato un libro e un cortometraggio

CASTIGLIONE DI SICILIA – Ricordata la strage nazista del ’43

12 agosto 1943 – 12 Agosto 2021. Per non dimenticare. Una delle pagine più tristi della storia di Castiglione, una delle pagine di storia dell’Italia ancora in parte avvolta da mistero. Il Giorno della Memoria, per ricordare l’eccidio che il 12 agosto del 1943 vide uccisi 16 cittadini castiglionesi dalla ferocia delle truppe naziste che presidiavano questo territorio. Nella  mattinata  di giovedì 12 agosto c’è stata la Santa Messa presso la Basilica e poi la deposizione di una corona di fiori sulla lapide in piazza Lauria che riporta  i nomi delle 16 vittime. Promotore  in questi anni di tutta una serie di iniziative è l’assessore alla cultura Filippo Giannetto che ogni anno coinvolge pure le scuole di tutta la Sicilia attraverso un concorso scolastico. Nel pomeriggio  sempre di giovedì c’è stata quindi la presentazione  del libro “ Lui era mio Padre”, scritto da Carmela Russo e che ripercorre alcuni di quei tragici eventi che riguardano appunto quella che è stata censita come la prima strage nazista in Italia, ma c’è stata pure la proiezione del cortometraggio “ Tre giorni” realizzato nel 2019 dagli alunni del locale plesso scolastico e che ripercorre appunto quei tragici fatti di Castiglione.  “ E’ importante per noi tutti ricordare quanto  successo nella nostra comunità, attraverso queste iniziative dobbiamo continuare a conservare e trasmettere ai più giovani la memoria storica, e sollecito la comunità tutta a essere partecipe”- dice l’assessore Filippo Giannetto, così come per il sindaco Antonio Camarda il libro scritto da Carmela Russo assume una notevole importanza nel ricostruire con documenti e racconti diretti i fatti di quel tragico  12 agosto del ’43. “Racconto le vicende di mio padre da semplice soldato nell’aeroporto di Catania in Sicilia, ai Balcani in Grecia; qui catturato dai tedeschi dopo l’Armistizio dell’ 8 settembre 1943 e fatto prigioniero, in viaggio poi verso il Baltico; ed I.M.I. (Internato Militare Italiano) in vari lager nazisti. All’interno della narrazione trovano spazio le cruenti vicende storiche di guerra subite dai miei familiari nel territorio di Castiglione, con particolare riferimento all’Eccidio del 12 agosto 1943 dove fu trucidato mio suocero Salvatore Portale, ai bombardamenti del 13 agosto che provocarono incendi e devastazioni di abitazioni ridotte in macerie” – scrive e dice l’autrice. Ed ormai sono diversi i libri, gli studiosi che narrano quell’eccidio. L’Amministrazione da parte sua in questi anni ha puntualmente sostenuto diverse iniziative su questa vicenda, puntando pure alla realizzazione di un museo, mentre il percorso della memoria, sui luoghi della strage è già realtà. Pagine di storia che probabilmente vanno viste in un conteso più ampio del conflitto di quegli anni. I lavori della presentazione sono stati coordinati da Giovanna Spataro che ha posto all’autrice anche interessanti quesiti che hanno dato spunto per una riflessione più attenta sulle vicende della strage.

nazisti,

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace