Pubblicato il: venerdì 16 Luglio, 2021
Presso La Gelsomina Tenute Orestiadi

“Suoni Sospesi” tra paesaggio etneo e vini di eccellenza

MICHELE LA ROSA – Lo spettacolo della natura e dei luoghi, la bravura degli artisti coinvolti, l’eccellenza dei vini siciliani. Una formula vincente per un evento che da il via alla rassegna musicale e teatrale  “Suoni Sospesi – Teatro e Musica tra i vigneti. Luoghi degli  eventi sono i vigneti dell’Etna tra la frazione di Presa e Piedimonte Etneo. Il via alla rassegna è stato mercoledì 14 luglio con lo spettacolo musicale “Rosa, la Cantatrice del Sud” con Laura Giordani e Mimmo Aiola,omaggio dedicato a Rosa Balistreri .Ad organizzare gli eventi in vigna è stata l’azienda  La Gelsomina -Tenute Orestiadi in partnership  con Etna Wild e Tessera Matta. Qui alle falde del vulcano sono ormai diverse le cantine che organizzano eventi e rassegne culturali,musicali, teatrali, attirando numerosi enoturisti alla ricerca di luoghi insoliti e per scoprire i vini dell’Etna. Il connubio vini-eventi è un fenomeno già collaudato da diverse importanti aziende vitivinicole. A presentare la rassegna  teatrale  “Suoni Sospesi – Teatro e Musica tra i vigneti” è stata Annapaola Cipolla responsabile per la comunicazione per l’azienda organizzatrice dell’evento. Brindisi di benvenuto con le eccellenze de La Gelsomina e delle Tenute Orestiadi, tra vini bianchi e rossi, in un alternarsi tra vini dell’Etna e della Sicilia Occidentale, ma durante la serata si sono fatte notare ed apprezzare pure le bollicine. Oltre un’ora di spettacolo all’aperto per raccontare Rosa Balistreri (1927-1990) e la sua vita,  Laura Giordani , accompagnata dalla chitarra di Mimmo Aiola, così ha interpretato  “Canta e Cunta” di Rosa Balistreri, attraverso una sintesi tra l’interpretazione musicale e quella drammatica, conducendo il pubblico indietro nel tempo  a rivivere e o  scoprire tratti di sicilianità e scene di vita quotidiana del passato. Rosa Balistreri  cantava l’amore, la dignità, la volontà, la disperazione, la violenza, l’impotenza ma anche la speranza e la forza. E’ stata una occasione per rileggere pure le vicende dell’artista siciliana e rivedere le sue doti artistiche, attraverso l’interpretazione di Laura Giordani, qui cantante e voce narrante,catanese, protagonista di numerosi spettacoli teatrali e fiction di successo, come “Il Commissario Montalbano” e reduce dal successo sul  grande schermo con “Le Sorelle Macaluso”, per la regia di Emma Dante. La rassegna comunque continuerà con altri appuntamenti:  il 25 luglio  con lo spettacolo Asia di Antonio Ciravolo con Tiziana Giletto, e ad agosto  giorno 4  con  “Artemisia Gentileschi “ storia di una donna, raccontata da Anna Meacci e giorno 11 con Giuseppe Asero Quartet in collaborazione con Monk Jazz Club.  Un format  vincente questo, spettacoli circondati da vigneti e da paesaggi etnei suggestivi che richiama un pubblico di nicchia ma alla ricerca di nuove emozioni. Insieme ad Alessandro Parisi responsabile marketing delle Tenute Orestiadi facciamo un’analisi di questa fase della ripresa post Covid, e lo stesso ci introduce a quelli che sono le strategie di marketing dell’azienda, attraverso gli eventi ma anche delle campagne di comunicazione mirata, con una significativa riflessione pure su quello che deve essere il ruolo dei soggetti istituzionali presenti sul territorio, come Comuni, Enoteche Regionali, ecc. Giuseppe Renda per l’angolo food ha deliziato una ristretta cerchia di giornalisti, blogger, con la sua cucina sempre alla ricerca di sapori e prodotti del territorio per dei piatti alternativi tra la conferma delle tradizioni e la sperimentazione di nuove ricette.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace