Pubblicato il: giovedì 1 Luglio, 2021
Per gli ospiti pronti anche i tour autunnali per la vendemmia sull'Etna

TAORMINA – Oggi riapre lo storico hotel San Domenico

Lo storico hotel San Domenico Palace riapre sotto l’egida di Four Seasons, con spazi meravigliosamente restaurati e ricchi di dettagli antichi, una splendida piscina a sfioro con vista sul mare Ionio, un’offerta gastronomica di alto livello, una serie di esperienze uniche per scoprire la Sicilia, il tutto orchestrato dal servizio Four Seasons.

Con l’inizio della tanto attesa estate, l’iconico hotel in Sicilia, a Taormina, debutta con un nuovo look e un invito a scoprire le sue nuove esperienze: è aperto il San Domenico Palace Taormina, un Four Seasons Hotel.

“Il leggendario San Domenico Palace era già ben noto a Four Seasons”, osserva Christian Clerc, Presidente e responsabile Global Operations. “È una proprietà eccezionale sotto ogni punto di vista e siamo onorati di essere stati scelti, ancora una volta, dal nostro partner e proprietario del Gruppo Statuto, per gestire una proprietà così importante, che entra a far parte della nostra crescente collezione di hotel storici in Italia e nel Mediterraneo”.

Con la sua spettacolare posizione, il San Domenico Palace gode di una vista unica, incorniciato tra la maestosità dell’Etna, le profonde acque blu del Mar Ionio e la bellissima costa sud-orientale della Sicilia, a perdita d’occhio.

“Tutto quello che gli ospiti hanno sempre amato del San Domenico Palace è stato portato a nuova vita “, afferma il General Manager Lorenzo Maraviglia, che è tornato in Italia dopo anni all’estero per prendere le redini del nuovo Four Seasons in Sicilia.

“È stato un restyling e un’evoluzione meticolosa che onora il passato e la storia del luogo ed eleva ogni aspetto di questo hotel ad un nuovo livello di servizio volto alla personalizzazione, creando esperienze straordinarie e quindi ricordi ed emozioni che dureranno tutta la vita. Siamo incredibilmente grati al Gruppo Statuto per il loro investimento e orgogliosi del fatto che sia un’azienda italiana ad aver intrapreso questo massiccio progetto di ristrutturazione, avvalendosi esclusivamente di maestranze. Questo è il meglio dell’Italia”.

Sorto dove un tempo si trovava l’antico convento domenicano del XIV secolo, l’Hotel San Domenico segna la sua nascita nel 1896, con l’aggiunta di un ulteriore edificio in stile liberty (l’attuale Grand Hotel) adiacente alle precedenti camere, che occupavano l’ala dell’antico convento.  Il San Domenico Palace divenne ben presto un punto di riferimento per il Grand Tour in Italia, il viaggio favorito da reali e nobili e, sempre più spesso, da un variegato gruppo di artisti, scrittori e star di Hollywood.  Situato in mezzo a lussureggianti giardini italiani, ridisegnati dall’acclamato architetto paesaggista italiano Marco Bay con ampie vedute sul mare, l’hotel combina l’arte contemporanea con l’Heritage storico e architettonico.

“Abbiamo anche creato una serie di esperienze molto speciali per i nostri ospiti, tra cui tour di un giorno in elicottero e la vista, a bordo di uno yacht privato, delle affascinanti Isole Eolie a nord della Sicilia, tra cui Panarea, Stromboli e Salina”, afferma l’assistente chef Concierge Roberta Maria Cariola. “All’interno dell’Hotel, il nostro Art Concierge accompagna gli ospiti in un viaggio attraverso 700 anni di arte, architettura e storia. La Sala della Grande Madia, l’ex refettorio del convento, è inoltre oggi una galleria che espone i tesori più importanti di San Domenico”.

Il San Domenico Palace apre ogni anno da aprile a fine novembre, durante la primavera e l’autunno, le stagioni che offrono un clima più mite e meno folla. “La vendemmia annuale sule pendici dell’Etna è sempre un motivo di festa e il nostro concierge può organizzare esperienze uniche e coinvolgere gli ospiti durante questi divertenti e caratteristici eventi locali.”, afferma Roberta. “Oltre al trekking sull’Etna, consigliamo la primavera come periodo ideale per esplorare altre località della costa. Nella città portuale di Catania, gli amanti del cibo non vorranno perdersi il mercato settimanale del pesce e i ristoranti locali di pesce. Lungo la costa, invece, Siracusa è nota per le sue antiche rovine, con il Parco Archeologico Neapolis nel centro della città, l’imperdibile punto di partenza per la sua visita. Un’altra bella gita di un giorno – durante il quale prepareremo noi il tuo pranzo! – è Noto, con i suoi palazzi storici e la cattedrale barocca”.

Il San Domenico Palace come meta culinaria

La rinascita del San Domenico Palace annuncia anche il ritorno del Ristorante Principe Cerami nel panorama gastronomico e vitivinicolo siciliana, dove il menu dell’Executive Chef Massimo Mantarro è ispirato alla terra dove è cresciuto, proprio alle pendici dell’Etna. Fedele alle sue origini, ma pur sempre continuando a sperimentare nuovi sapori e creazioni, il genio dello chef Massimo può essere scoperto al meglio nel suo #FSMasterdish, “Pasta e Seppia”.  Questa sapiente combinazione di ingredienti freschi sposa il mare e la terra, nelle tagliatelle al nero di seppia marinate e disposte in cima agli spaghetti fatti in casa con fonduta di fiori di zucchina al nero di seppia.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace