Pubblicato il: martedì 15 Giugno, 2021
Inedite proposte dell'Executive Chef siciliano Massimo Mantarro

TAORMINA – Riapre il San Domenico Palace, l’era del Four Seasons Hotel

Apre a luglio, il nuovo San Domenico Palace, Taormina, un Four Seasons Hotel e da questa estate gli ospiti possono vivere una nuova esperienza gastronomica, guidata dal pluripremiato Executive Chef siciliano Massimo Mantarro, con inedite proposte.   Intrisa della sua interpretazione della ricca cucina siciliana, l’offerta ristorativa dell’hotel celebra, in modo creativo, i sapori e le tradizioni di una delle isole più amate d’Italia. Grazia, gentilezza e passione sono i tratti più rappresentativi di Massimo Mantarro, in grado di donare armonia ai suoi piatti con l’obiettivo di racchiudere la quintessenza della cucina siciliana. Lo Chef siciliano rielabora il patrimonio culturale mettendo in mostra ingredienti e tradizioni locali; i suoi piatti sono semplici, territoriali, eleganti, uniscono il mare, la terra e la forza del vulcano.

La generosità della Sicilia è una chiave della creatività di Mantarro – che tratta ogni ingrediente con rispetto: La tradizione alimenta costantemente il mio pensiero in cucina ed è attraverso la tecnica che sperimento e cerco di innovare costantemente la mia cucina, pensando in modo creativo al risultato, mentre ammiro la mia amata Sicilia.” – afferma lo Chef Massimo Mantarro.
I viaggiatori e i siciliani, nel nuovo Four Seasons Hotel, hanno molte opportunità di sperimentare il genio di Mantarro al San Domenico Palace, che supervisiona ogni dettaglio di tutta l’offerta gastronomica, in quattro diverse venue.
Non ha bisogno di presentazioni il ristorante d’autorePrincipe Cerami – il cui nome celebra il Principe Domenico Rosso di Cerami, erede del Barone Damiano Rosso, che nel 1866 circa riacquisì il convento, successivamente trasformato in albergo nel 1896. Il Principe Cerami torna a vivere in uno spazio completamente rinnovato e intimo. Aperto a cena, accoglie fino a 30 ospiti e diventa l’indirizzo siciliano per eccellenza dove lo Chef dà vita alle rivisitazioni contemporanee della classica straordinaria cucina locale, unendo sapientemente ingredienti e tradizioni dell’isola, in creazioni apparentemente semplici.

Come nel piatto signature “Ravioli di melanzane”, dove Mantarro rivisita un piatto classico e amato del sud Italia, la Parmigiana. Nella visione dello Chef, minuscoli bocconcini di melanzane, mozzarella e pomodoro sono racchiusi in un delicato impasto, così che un piatto tradizionale, diventi improvvisamente leggero e aereo, conservandone il sapore ma con una nuova consistenza.

Oltre al Principe Cerami, il San Domenico Palace ospita altri due ristoranti, Rosso e Anciovi e il Bar & Chiostro per cocktail e snack leggeri.
Rosso è il ristorante all day dell’hotel, specializzato in piatti classici siciliani e internazionali; l’offerta “comfort food” è la sua caratteristica, sia per un veloce e non meno perfetto “Arancino alla Catanese”, la famosa e immancabile polpetta di riso fritto con ragù di carne – sia per un “Club Sandwich”, la proposta più richiesta dagli ospiti internazionali all’arrivo da un lungo viaggio.
All’Anciovi, invece, il set celebra la destinazione e diventa l’indirizzo dedicato alle giornate al sole, a bordo piscina o al rientro dal mare. Qui lo Chef porta in primo piano il pesce fresco locale, in una varietà di stili. Inedito per l’estate 2021 è il “Sushi Siciliano”; una tradizione asiatica che Mantarro rende locale. Immancabili plateau di pesce crudo, ostriche e il pescato del giorno, da gustare anche al tramonto ammirando il “padrone di casa”, l’Etna. Anciovi è anche la venue perfetta per gli aperitivi e le cene con gli amici, per condividere le proposte gastronomiche, al ritmo della musica del Dj set.

Come suggerisce il nome Bar & Chiostro è il bar del San Domenico Palace situato nella hall principale con uno spazio esterno incredibilmente chic nel Chiostro Grande, incorniciato da palme e piante subtropicali. Qui gli ospiti possono degustare entusiasmanti cocktail ispirati alla storia dell’hotel e di Taormina, meta da tempo nota al jet-set internazionale che annovera tra i suoi ospiti teste coronate, industriali, nomi iconici della letteratura e star di Hollywood.
Come “En Plein Air”, il cocktail ispirato alla fotografia di Wilhelm von Gloeden, artista tedesco noto per i suoi nudi pastorali scattati in diverse località di Taormina, tra cui lo storico Palazzo San Domenico. Lo sciroppo di agrumi Citrus Oleo Saccharum, il Passito siciliano e la Nepitella selvatica si uniscono magistralmente al rum Bacardi Heritage, per diventare il cocktail inebriante, con i sapori del sole e della terra di Sicilia.

Ma le occasioni per cene straordinarie non finiscono qui; lo chef Mantarro ha anche ideato l’in-room dining menu, volutamente arricchito con proposte internazionali, presentate in stile siciliano su piatti e ceramiche colorate.
L’eroe della colazione servita anche in camera è la granita, racconta lo Chef, descrivendo la tradizionale bevanda ghiacciata cremosa siciliana a base di latte di mandorle fatto in casa con panna montata alla vaniglia – accompagnamento ideale per la brioche siciliana appena sfornata servita calda.
Il San Domenico Palaceapre a luglio dopo una ristrutturazione pluriennale che vede questo leggendario hotel affacciato sul Mar Ionio e incorniciato dall’Etna e dall’iconico Teatro Antico di Taormina, entrare in una nuova era come Four Seasons Hotel. La storia di questa proprietà mozzafiato torna protagonista, anche attraverso i sapori dello Chef Mantarro, che ha studiano ogni proposta con un solo obiettivo, trasportare gli ospiti fino all’anima della Sicilia.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace