Pubblicato il: martedì 29 Settembre, 2020
Durante il TravelExpo, Borsa Globale dei Turismi

CATANIA – A quattro laureate il premio Giuseppe Cassarà per tesi di laurea sullo sviluppo del Turismo in Sicilia

Le dott.sse Silvia Di Guardo, Valeria Perticone, Loriana Romano e Graziella Seminara, laureate del corso triennale in Scienze del Turismo del dipartimento di Scienze della Formazione (Disfor) dell’Università di Catania, hanno vinto a pari merito il Premio “Giuseppe Cassarà” per la migliore tesi di laurea sullo sviluppo del Turismo in Sicilia. Il premio è stato assegnato nel corso della XXII edizione di “TravelExpo, Borsa Globale dei Turismi”, che si è svolto a Terrasini lo scorso 25 settembre.

Al premio potevano partecipare tesi triennali o magistrali discusse e conseguite in qualsiasi università italiane nel 2019.

La dott.ssa Platania è stata premiata per la sua tesi dal titolo “Il Turismo Naturalistico. Risultati di una indagine a Nicolosi”. La dott.ssa Perticone è stata premiata per il suo lavoro sul “Turismo enogastronomico ed eventi. Il caso Scale del Gusto”. La dott.ssa Seminara ha svolto la sua tesi su “La percezione del riconoscimento UNESCO: il caso Etna”. Infine, la dott.ssa Romano è stata premiata per la tesi dal titolo “Strategie di branding delle destinazioni Turistiche”. Relatore di tutti e quattro i lavori è stato il prof. Marco Platania, docente di Economia del Turismo al Disfor. Le vincitrici hanno ricevuto un premio in denaro di mille euro ciascuna. Avranno inoltre diritto alla pubblicazione gratuita della loro tesi sul portale “travelnostop”, oltre all’iscrizione a “Kal Young International” (organizzazione associativa di importanza internazionale nel settore turistico).

 “Si tratta, senz’altro, di un importante riconoscimento per le nostre studentesse che, evidentemente, premia la qualità del percorso di studi e dell’offerta elargita – ha commentato il presidente del corso di laurea Carmelina Urso – . Il corso di laurea in Scienze del Turismo, infatti, è ormai proiettato in una dimensione territoriale concreta, secondo i principi di Terza Missione che sono tra gli obiettivi principali dell’Ateneo catanese. Attraverso numerose convenzioni e protocolli di intesa con enti pubblici e privati (oltre 150), finalizzati ad attività promozionali e di ricerca, i nostri studenti sono in grado di cimentarsi in attività, oltre che di promozione, di vera e propria indagine, progettazione e pianificazione del Turismo. Il premio “Giuseppe Cassarà”, ricevuto da ben 4 nostre laureate (su 5 premiati in totale…), ci rende particolarmente orgogliosi e ci incoraggia a proseguire sulla via della cooperazione e della sinergia con gli operatori del territorio”.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace