Pubblicato il: lunedì 31 Agosto, 2020
Sarà presente il trombettista siciliano Roy Paci

MILAZZO – “Sicily Jass – The world’s first man in jazz” chiude il Festival

La ventesima edizione del CastrorealeMilazzo Jazz Festival conclude domani, primo settembre, la sezione dedicata alla filmografia, recuperando l’evento previsto per il 5 scorso, annullato a causa del maltempo.

Si terrà, dunque, a partire dalle 21.30, nell’Area Marina Protetta Capo Milazzo, la proiezione gratuita di “Sicily Jass – The world’s first man in jazz“, un film documentario di Michele Cinque, Italia USA, 2015, che racconta la leggendaria vita del pioniere del jazz Nick La Rocca, bianco e siciliano, che, con la sua Original Dixieland Jazz Band, incise, nel 1917, il primo disco della storia del jazz, Livery Stable Blues.

La proiezione del docu-film sarà introdotta dal trombettista siciliano Roy Paci e dal giornalista de “La Repubblica” Gigi Razete.

Il festival chiude questa particolarissima stagione, la ventesima, con un bilancio più che positivo. Il sold out registrato nei due appuntamenti (tutti con doppio set): Musica Nuda con Pertra Magoni e Ferruccio Spinetti, l’elegante e raffinato concerto di chiusura con il mitico Ralf Tower e lo strepitoso Javier Girotto; l’attenta e calorosa partecipazione per la proiezione del film “Io sono Tony Scott” magistralmente introdotta da Stefano Zenni, testimoniano il valore della manifestazione, seguita ed apprezzata da un pubblico di appassionati ed estimatori, tra i quali tanti giovani che, negli ultimi anni, si accostano a piazza Pertini sempre più numerosi. Il festival si conferma, dunque, come manifestazione di successo, calibrata perfettamente per lo scrigno incantato che è il centro storico di Castroreale, uno dei Borghi più belli d’Italia, in grado di accogliere gli eventi di qualità e prestigio artistico che, in questi venti anni, l’hanno tenuto affacciato sul mondo.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace