Pubblicato il: mercoledì 5 Agosto, 2020
Un manufatto oggetto delle osservazioni

TAORMINA – Parco archeologico Naxos Taormina. Legambiente Sicilia contesta alcune scelte

Legambiente Sicilia ed il circolo Legambiente Taormina Valle Alcantara intendono accedere all’iter burocratico che ha portato alla costruzione di un edificio all’interno del parco archeologico Naxos Taormina, nello specifico l’area del Teatro greco romano di Taormina, con la conseguente chiusura di una zona della stessa. Legambiente chiede come la costruzione di questo manufatto possa essere compatibile con le linee guida del piano paesaggistico ambito 9/Messina, quale siano state le conclusioni dell’analisi di impatto ambientale e quali i vincoli posti in essere dalla Soprintendenza di Messina a tutela del monumento e degli interessi territoriali connessi, quale sia stato il ruolo di tutela degli interessi collettivi effettuato dall’amministrazione in carica. Dati oggettivi che indicano una gestione superficiale e sminuente del monumento, fra i quali una rivendita bevande dai colori sgargianti e con musica annessa in area archeologica, l’utilizzo di una delle stanze della zona museale per il book shop, già di ridotte dimensioni e l’unica zona con tracce del teatro nelle sue vestigia greche non protetta e non indicata.

(foto d’archivio non attinente la notizia)

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace