Pubblicato il: martedì 23 Giugno, 2020
"Immersione Totale" nella Natura più incontaminata dell'Arcipelago

ISOLA DI SALINA. L’ “Eden Verde-Blu delle Eolie” riapre da Sabato 25 Giugno

Il “Lusso dello Spazio” isolano: potrebbe essere questo il mantra della stagione estiva 2020. Una stagione molto speciale e sensibile, in cui il bisogno di rigenerarsi dopo mesi di chiusure e limitazioni, si confronta con il desiderio di ritrovarsi immersi a contatto con la natura, “coccolati” dal comfort e dai servizi di chi, nell’Ospitalità più autentica, opera con passione e successo da decenni.

Grazie all’Associazione “Salina Isola Verde”, che raggruppa i principali operatori dell’Ospitalità e dei Servizi isolani ma soprattutto è espressione di una comunità locale – forte, quanto identitaria e che su questa attività basa la propria economia – è stato prodotto un importante sforzo, in un ponte tra Istituzioni locali ed Imprese, per garantire il sicuro accesso all’isola.

A partire dal prossimo 25 Giugno, le strutture di Salina riapriranno così le loro attività – pur consci della difficoltà contingente – e fortemente motivati a dare un segnale di coesione e di risposta agli ospiti fedeli ed a quelli che l’hanno scoperta più recentemente – che chiedono di potere ritornare sull’isola quest’ Estate. L’isola di Salina – dove la generosità di spazio individuale, la sua autenticità rurale tra agricoltura naturale ed eccellente viticultura sono da sempre gli elementi distintivi dell’isola – diventa

così una destinazione ambita e garantita. Dydime, l’isola delle montagne gemelle, – questo il suo antico nome greco – si presta per sua stessa natura come meta estiva ideale: grandi spazi immersi tra il blu cobalto del suo mare ed il verde profondo delle sue foreste, clima mediterraneo par excellence, lunga tradizione di ospitalità e di cultura. Soprattutto, mai affollata nella sua storia.

Per queste caratteristiche, uniche nel Mediterraneo, l’isola e l’arcipelago eoliano sono UNESCO Heritage Site dal 2000 e celebrano quest’anno i suoi 20 anni di “custodia” di un ambiente unico ed intatto. Un’occasione in più per scoprirne le bellezze!.

Salina, “Un’isola naturalmente sicura” Grazie alla collaborazione tra Istituzioni Locali e Regionali e Privati, sono numerose le misure messe in campo, per garantire une stagione in sicurezza:

VIAGGIO: L’accesso all’isola può essere organizzato tramite una serie di servizi di trasporto che garantiscono tutti gli standard di sicurezza previsti:

ü Dall’aeroporto di Catania Fontanarossa e dall’aeroporto di Palermo Punta Raisi al porto di Milazzo operano diverse compagnie che giornalmente effettuano il servizio di transfert privato in totale sicurezza. Gli ospiti sono prelevati nella zona arrivi dell’aeroporto ed accompagnati fino al terminal aliscafi del porto di Milazzo, dove potranno imbarcarsi sul primo aliscafo disponibile riducendo al minimo i tempi di attesa. Dall’aeroporto di Catania Fontanarossa al porto di Milazzo opera un servizio di trasporto pubblico tramite bus. Sui mezzi di trasporto il distanziamento sociale viene garantito attraverso la riduzione delle sedute utilizzabili e dall’adozione del resto delle misure di sicurezza previste dalla categoria. L’accesso all’isola via mare viene regolarmente garantito dal collegamento tramite aliscafi e navi delle compagnie di navigazione Liberty Lines, Siremar e NGI. Già da diversi mesi le compagnie offrono ai propri passeggeri il miglior livello qualitativo e di sicurezza possibile, nel rispetto delle disposizioni vigenti. Tutte le misure adottate sui mezzi di trasporto: sanificazione del mezzo, riduzione delle sedute, incentivo all’utilizzo del biglietto elettronico, gestione delle file e delle attese nelle aree destinate all’imbarco e allo sbarco del porto di Milazzo e dei due porti di Salina, Rinella e Santa Marina.

L’accesso all’isola può avvenire anche attraverso un servizio transfert tramite elicottero. Il trasporto avviene adottando tutti gli standard di sicurezza. Gli ospiti atterreranno all’eliporto di Malfa e da lì trasferiti nelle strutture di destinazione, accorciando al minimo i tempi di trasporto e riducendo notevolmente le occasioni di incontro sociale.

PRESIDIO SANITARIO – In ottemperanza con le disposizioni emanate dalla Regione Sicilia e’ stata creata un USCA – Unità Speciale di Continuità Assistenziale nell’ambito delle isole Eolie, che avrà il compito di monitorare ed intervenire con procedure strettamente codificate – ed attraverso uno specifico cordone sanitario – nel caso si presentassero casi sospetti sull’isola. Le cure e l’eventuale quarantena saranno gestite – a carico della Regione – in apposite strutture dedicate.

TERRITORIO – Il “distanziamento sociale” sull’isola è storicamente e naturalmente garantito. L’isola si distingue per grandi spazi e grandi distanze, i centri abitati occupano solo una piccola porzione del territorio,

coperto prevalentemente da aree verdi. Le strutture di accoglienza turistica – ma anche le strutture abitative isolane e tutte le attività commerciali – possiedono ampi spazi esterni ove è facile garantire la distanza sociale ed evitare assembramenti. In particolare, le strutture alberghiere hanno una serie di spazi (terrazze, dehors, piscine) in cui gli ospiti possono trascorrere il tempo in totale relax e riservatezza. ü Tutte le strutture e le attività commerciali dell’isola si sono dotate di stretti protocolli di sicurezza, per garantire il massimo degli standard sanitari. L’evoluzione turistica della destinazione ha fatto sì che l’isola si distinguesse per un turismo selezionato lontano dal turismo di massa. Le presenze sull’isola, anche in alta stagione, non raggiungono mai livelli di sovraffollamento. La configurazione di questa stagione garantirà inoltre la rarefazione della presenza turistica di transito, aumentando il naturale distanziamento. La conformazione fisica di tutti gli accessi al mare dell’isola riesce a garantire la massima distanza sociale. Uno dei punti di forza dell’isola è inoltre la presenza di numerosi noleggi barche, che consentono di godere dell’esperienza di Salina nel suo modo più naturale: vivendola dal mare. Si può scegliere se noleggiare un’imbarcazione o un noleggio nautico con conducente, in modo da poter godere di una giornata all’insegna del mare, lontani dai luoghi di balneazione usuali. Salina è un’isola principalmente agricola, montuosa e boschiva con la Riserva Naturale del Monte delle Felci che occupa la stragrande maggioranza del territorio ed è quasi interamente percorribile, grazie a una rete di sentieri tracciati di diverso grado di difficoltà e accessibilità. Le passeggiate nel verde dell’isola possono tranquillamente configurarsi come una ritemprante risposta all’ immobilità forzata degli ultimi mesi ed alla volontà di fare attività turistiche alla scoperta dell’isola, mantenendo un naturalissimo distanziamento sociale.

TRASPORTI – Muoversi all’interno dell’isola è facile e alla portata di tutti ed anche in una stagione “sensibile” come quella attuale sarà garantito secondo le migliori norme di sicurezza previste. I visitatori presenti sull’isola potranno muoversi tra i diversi centri abitati grazie al servizio taxi in funzione durante tutta la stagione. Le vetture saranno regolarmente sanificate ed i tassisti garantiranno le massime misure di sicurezza. Sull’isola è inoltre attivo il servizio di trasporto pubblico. La compagnia CITIS ha già da tempo adottato tutte le misure di sicurezza e di distanziamento richieste e garantirà una maggiore attenzione con l’avvio della stagione turistica. Per potersi spostare in libertà all’interno dell’isola i visitatori potranno infine noleggiare uno scooter o un’auto nei diversi noleggi presenti nei centri abitati. Tra un noleggio e un altro i mezzi e i loro accessori dovranno essere sanificati secondo i protocolli vigenti.

(foto copertina di Alessandro Moggi)

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace