Pubblicato il: martedì 2 Giugno, 2020
Ok alla movida ma nel rispetto delle regole

CAPO D’ORLANDO -Agevolazioni per 250mila euro a commercianti e imprenditori.

Un programma articolato di agevolazioni per un totale di circa 250mila euro per sostenere i commercianti e le piccole imprese di Capo d’Orlando è stato messo in campo dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Franco Ingrillì che ha presentato i particolari ieri nel corso di una conferenza stampa.   “Siamo consapevoli delle gravi difficoltà con le quali devono confrontarsi quotidianamente i commercianti e i gestori di bar e ristoranti – ha affermato il Sindaco – conosciamo bene le lentezze burocratiche che rallentano notevolmente l’iter per la concessione dei finanziamenti fino a 25000 euro assistiti da garanzia pubblica. Ma non possiamo permettere che questa lentezza sia causa di morte economica: i nostri sforzi sono tesi a salvaguardare i commercianti, i ristoratori, i titolari delle piccole aziende e gli albergatori”.
Il Sindaco Ingrillì ha annunciato di voler proporre al Consiglio comunale il rinvio al 30 settembre 2020 della rata di acconto dell’IMU prevista al 16 giugno prossimo. Un provvedimento, questo, rivolto ai possessori di fabbricati ricadenti nelle categorie catastali C1 (negozi e botteghe) C/2 ( magazzini e depositi)  C3 (laboratori per arti e mestieri).

Il differimento della rata IMU riguarderà, in particolare, i proprietari dell’immobile e  titolari dell’attività economica che abbiano registrato nei mesi di marzo/aprile/maggio 2020 una riduzione del fatturato e dei corrispettivi maggiore o uguale al 30% rispetto al medesimo periodo dell’anno 2019; coloro che abbiano un contratto di locazione regolarmente registrato ed abbiano già accordato o intendano concedere, entro il 30 settembre, una riduzione di almeno un mese del canone di locazione annuale.

Confermata, inoltre, l’aliquota IMU ridotta del 50% per chi affitta locali (categoria C1, C2 e C3) adibiti a negozi. Nel dettaglio, l’agevolazione riguarda il locatore che ha affittato (o ha ridotto l’affitto) fino a un prezzo massimo di 12 euro al metro quadrato (per i locali ricadenti nella zona tra la via Libertà e via Cordovena) e di 6 euro al mq per le altre zone. Previste agevolazioni anche per la Tari: per i commercianti abolita la rata dei mesi di marzo e aprile, mentre per quella di maggio bisogna attendere l’approvazione del  regolamento e delle aliquote che saranno deliberati dal Consiglio comunale. Per quanto riguarda l’occupazione del suolo pubblico, la tassa non si pagherà nel periodo dall’1 marzo al 31 ottobre 2020.

“Sono atti concreti e immediati per circa 250mila euro che mettiamo a disposizione delle attività commerciali e delle imprese, per quanto è possibile fare all’Ente Locale. Recupereremo questi minori incassi con i fondi concessi dal Decreto Liquità, ma a noi sta a cuore in primo luogo l’economia di Capo d’Orlando che stiamo cercando di sostenere in ogni modo – commenta ancora il Sindaco Ingrillì”. Sui provvedimenti adottati sulla cosiddetta “movida”, il Sindaco ha voluto sottolineare che  “ i giovani hanno diritto di divertirsi, ma hanno anche il dovere di rispettare gli altri osservando in primis le regole di distanziamento interpersonale. Mercoledì incontreremo i titolari dei locali per chiarire alcuni aspetti dell’ultima ordinanza. Vogliamo che Capo d’Orlando torni a vivere e ad accogliere visitatori e turisti che sono sempre bene accetti. Ce la faremo, con il contributo di tutti”.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace