Pubblicato il: mercoledì 29 Gennaio, 2020
Nominati i referenti provinciali

Lega Sud Sicilia: è Graziella Manno la nuova responsabile regionale

Il primo incontro ufficiale della Lega Sud Sicilia, che si è svolto nei giorni scorsi all’hotel Federico II di Enna, ha eletto GraziellaManno come coordinatore regionale del partito. Sarà affiancata da un ufficio di presidenza composto dal presidente della Lega Sud Sicilia, il siracusano Ciccio Midolo, dalla catanese Laura Amata, responsabile dell’organizzazione e dalla palermitana Marina Sorrentino.

Nella stessa occasione sono stati nominati i coordinatori di quattro province. Per Palermo ci sarà BeppeCannizzaro, a Messina DanielaDiCiuccio, a Catania, SalvoMarischi e per Agrigento, Nino Sguali. Siracusa e Enna sono temporaneamente coperte dal presidente e dal coordinatore regionale. Nelle prossime settimane il partito promuoverà degli incontri con le altre forze politiche e chiederà un confronto con il governatore Nello Musumeci.

Graziella Manno, nata a Catania nel 1970, vive a Enna e lavora presso Riscossione Sicilia spa. Coltiva da anni l’interesse per la politica. Nel 2018 è stata socio sostenitore della  Lega Salvini Premier. «La Lega Sud – ha dichiarato la neo coordinatrice regionale GraziellaManno – si pone fuori dagli schemi tradizionali destra-sinistra. Il nostro obbiettivo è porre la questione Sicilia, e in generale quella di tutto il Sud, al centro del dibattito politico. Oggi. – conclude – per rispondere alle aspettative dei siciliani non vedo futuro se non quello di avviare un nuovo partito che affermi con più incidenza l’autonomia siciliana».

Storia e obiettivi del partito Lega Sud Sicilia

Il movimento autonomista federalista della Lega Sicilia, presieduto dall’imprenditore siracusano, Ciccio Midolo, fa parte del movimento politico federale Lega Sud, fondato a Roma il 23 febbraio 1990, e ne costituisce l’organizzazione nazionale per l’Isola. Il simbolo del movimento è un cerchio racchiudente il profilo dell’Italia meridionale e della Sicilia con, a lato, la figura di un guerriero mitico. Il movimento si prefigge la trasformazione dello Stato centralista italiano in uno stato federale da perseguire con metodi democratici ed elettorali.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace