Pubblicato il: giovedì 9 Gennaio, 2020
Sino al 15 aprile su molte strade anche a bassa quota

CATANIA – Viabilità, obbligo di catene o di pneumatici invernali sulle strade di competenza provinciale

Sino al 15 aprile tutti i veicoli a motore, tranne i ciclomotori a due ruote e motocicli (per i quali è prevista la possibilità di circolare solo in assenza di neve o di ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto), devono essere muniti di pneumatici invernali oppure devono essere provvisti di catene a bordo, anche a bassa quota. La cartellonistica stradale segnala in quali arterie vige tale obbligo, che è prescritto da un’ordinanza emessa dalla Città metropolitana di Catania per le strade provinciali di competenza, in cui è probabile la presenza di neve o ghiaccio.

Durante i periodi di formazione di ghiaccio sul piano viabile e di precipitazioni aventi carattere nevoso, anche a bassa quota, si sono riscontrati disagi per la circolazione stradale che condizionano il flusso del traffico lungo le strade provinciali rendendo difficoltoso l’espletamento dei servizi di emergenza per la pubblica incolumità e lo sgombero neve.

Il rispetto degli obblighi, dei divieti e delle limitazioni cui gli utenti della strada devono uniformarsi verrà verificato dagli organi di Polizia stradale e per le trasgressioni trovano applicazione le sanzioni previste dal Codice della strada.

Elenco delle strade provinciali per le quali esiste l’obbligo di catene a bordo o di pneumatici invernali:

ZONA ETNEA

Sp 80 dalla bretella di raccordo con la superstrada Catania-Adrano (SS 284), al tenimento ex Querceto;

Sp 94 dall’incrocio con Due Palmenti-Barrile alla SS.284;

Sp 121 dall’incrocio con la SB Rizzonito alla S.P. 94;

Sp 158 dalla Sp 80, per Argientieri, alla ex Strada regia Stagliata Dieci Salme;

Sp 159 da Maletto, Municipio, al casello mangia sarde sulla statale 120;

Sp 160 da Nicolosi per Ragalna a Biancavilla;

Sp 211 “dall’incrocio SB Scalavecchia –Ricchia alla S.P.225”;

Sp 225 dal passo carrabile dell’insediamento E.N.I. di Bronte, alla Sp 211 in contrada Scialotta;

Ex Strada regia San Leo Milia Contea, dall’incrocio con la Strada di bonifica Salto del Cavallo Monte Albano, sino al confine con il Comune di Biancavilla;

Ex Sr Adrano Monte Turchio;

Ex Sr Adrano Bivio Sciliò;

Ex Sr Feliciosa Gallo Bianco;

Ex Sr Maletto Flascio;

Ex Sr Maniace Sementile, tratto dal Km. 2+500;

Ex Sr Pulcino Paratore;

Ex Sr Stagliata Dieci Salme;

Ex Sr Barbotte Sgarrozzo;

Ex Strada di bonifica n.10 Bronte Bosco Maletto-Barbotte, tratto Bronte Minardo;

Ex Sb n.10 Bronte Bosco Maletto-Barbotte, tratto Barbotte Monte Nava;

Ex Sb Ruvolazzo;

Ex Sb Porticelle –Canalaci- Segheria;

Ex Sb S.Andrea –Sementile;

Ex Sb Canalaci –Cantera;

Ex Sb Bronte Sciaravecchia;

Ex Sb Bronte – Stuara- S.Venera;

Ex Sb Rizzonito;

Ex Sb Cugno Carcaci-Castelluzzo- Pietrerosse;

Ex Sb Salto del Cavallo-Monte Albano;

Ex Strada di penetrazione agricola Piano della Cantera-Serravalle-Macchia Fava;

Ex Strada comunale in Contrada Canalaci;

Ex Sb Viscosi Spirinella Margiogrande;

Sp 59 II-III-IV da Milo a Linguaglossa;

Sp 92 da Nicolosi a Zafferana Etnea, attraverso il piazzale hotel Monte Silvestri e l’incrocio Salto del cane;

Sp 120 dalla pineta degli impianti sportive di Borrello all’innesto con la S.P.92;

Ex Sr Mareneve, da Linguaglossa al Rifugio Citelli;

Ex Sr Mareneve, Rifugio Citelli;

Ex Sr Finaita Magazzeni;

Ex Sr Quota Mille o Etna Settentrionale, dall’innesto con la Sr Mareneve alla statale 284, a circa 3km da Randazzo;

Ex Sr via Monte Pomiciaro;

Ex Sr Nicolosi Serra Pizzuta;

Ex Strada di Bonifica Passo Cannelli – Salto del Cane- Nicolosi –Zafferana Etna-Case Tomaselli-Monte Cervo-Serra Pizzuta Cassone;

Ex Sb Renatura Monte Albero Altarelli;

Ex Sb Rinazzi;

Ex Strada consortile Rocca Ragalna- Monte San Leo.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace