Pubblicato il: lunedì 9 Dicembre, 2019
Sabato 14 Dicembre 2019

CASTELBUONO – Blues & Wine Awards,ecco i vincitori

Tra i “Personaggi del Vino dell’anno” le siciliane Flora Mondello (Gaglio Vignaioli) e Federica Fina (Cantine Fina)

Dopo l’ennesimo grande successo nei Gran Galà estivi, proposti nelle più spettacolari locations siciliane ed italiane ed in specialissimi Hotel, Resort, Cantine, Grandi Club e strutture di charme, le splendide degustazioni del Blues & Wine Soul Festival come ogni anno trovano la loro consacrazione finale nella serata dei Blues & Wine Awards” , arrivati alla loro XIII° edizione .

 Un riconoscimento nato nel 2007 sempre dall’idea del creatore e patron dello stesso Festival, ossia l’artista del Soul e del Blues Joe Castellano  – quest’anno insignito di un prestigioso Grammy Award per il Blues & Soul italiano ed europeo – che, attraverso questo premio, ha voluto tributare un riconoscimento a grandi personaggi del Vino, della Musica, come del migliore Food e del Giornalismo collegato a questi mondi, nonché a quelle Aziende che hanno collaborato ad arricchire di grandi profumi, bouquets e sapori le ormai leggendarie Notti del Blues & Wine Soul Festival, arrivato già invece a ben XVII edizioni celebrate .

  Sabato prossimo, 14 Dicembre 2019, tra i tavoli dell’ormai collaudatissimo Ristorante Nangalarruni di Castelbuono, dell’Amico Chef Peppe Carollo, saranno ospiti anche famosi Produttori – come il Veneto Gianluca Bisol, celebre per il suo Prosecco – o giovani Imprenditrici del Vino che riceveranno il premio di “Personaggio del Vino dell’anno”, come le siciliane Flora Mondello (Gaglio Vignaioli) e Federica Fina (Cantine Fina), o la veneta Elisa Dilavanzo (Cantine Maeli) .  Tra i Vini delle Aziende in questione e tutti i Vini finalisti, si daranno battaglia come sempre ben 18 Vini, di cui però stavolta solo dodici (ad eccezione di casi di ex aequo) saranno protagonisti in assaggio ed abbinati ai piatti della serata,  per quel pubblico di amici, fans e gastronauti, che ormai con sempre maggiore attenzione ed entusiasmo partecipa agli eventi del Blues & Wine ed addirittura affianca come “Giuria Popolare” (di 20 persone scelte a caso tra i commensali), i 10 Giurati Ufficiali prescelti dall’Organizzazione tra Sommelier, Ristoratori, Albergatori e Giornalisti .

   Se per la Selezione Spumanti si rivedrà in gara uno spettacolare Metodo Classico Gran Cuvèe del 2013 dell’ Azienda Arunda Vivaldi / Alto Adige (già vincitrice della Selezione nel 2017 con altro prodotto) ), o un eccellente Saten Franciacorta del 2014 dell’Azienda Quadra Franciacorta / Lombardia, non da meno saranno le altre bollicine scelte e riguardanti le Aziende : Banfi / Toscana, Prosecco Valdobbiadene DOCG Brut di “Ca’ Piadera” Tarzo/ Veneto o l’ultimo arrivato Metodo Classico da Nerello Mascalese, della siciliana Feudo Principe di Corleone.

  Serratissima la lotta anche nel Settore dei Vini Bianchi e Rossi.  Il pubblico estivo del Blues & Wine risulta avere apprezzato molto infatti tantissimi dei bianchi proposti e Vini che negli anni passati hanno poi trionfato in questo appuntamento, quest’anno per differenze di punteggio infinitesimali, non sono approdati tra i Vini in “nomination” .

 L’Azienda Maeli / Veneto, dopo avere visto l’anno scorso vincere il suo “Rosso Infinito”  prova quest’anno stessa sorte con il “Bianco Infinito”, a cui daranno certamente filo da torcere il “Terebinto Grillo” di Planeta, il “Kikè” di Cantine Fina (Sauvignon Blanc e Traminer) ed i Catarratti di Feudo Disisa (Lu Bancu) ed Alessandro di Camporeale (Benedè) .

  Successo strepitoso per i Rossi, tra i quali è stato davvero difficile selezionare i 5 in nominations ed ancora più difficile i soli 3 da portare in tavola . Di certo da segnalare il “Nero di Troia- Riserva Ottagono 2014” delle Cantine Torrevento/ Puglia, come i siciliani “Nocera” di Gaglio Vignaioli, “Granmassenti Perricone” di Feudo Disisa,   “Hierà”  di Carlo Hauner (unico Vino che nella storia del Festival è stato insignito delle 5BWS) e l’altro Nocera proposto invece dalla sempre ricercata Azienda Planeta

   Infine i 3 Vini da Dessert . Dove non può mancare la blasonata Malvasia delle Lipari di Carlo Hauner, che si contenderà il titolo con 2 prodotti d’eccellenza come il Moscato Spumante Fiori d’Arancio della veneta Maeli Wines, ed il Moscato di Noto proposto sempre da Planeta .

    Premio “La Cultura del Vino … il Vino per la Cultura” se lo aggiudica quest’anno uno degli ospiti speciali della serata, quale Gianluca Bisol (nella foto), titolare della celeberrima omonima Azienda del Prosecco (Vinai dal 1541) e da meno di due anni entrata a fare parte del più grande Gruppo delle “Bollicine” forse a livello mondiale, quale è il Gruppo Lunelli, detentore anche dei prestigiosi Marchi Ferrari Spumanti, Acqua Surgiva e Grappa Sagnana .

   Non da meno anche il ricco parterre delle Menzioni o Gran Menzioni, riservate alle Aziende degli Spumanti in collaborazione con la prestigiosa Rivista  Media Partner Bubble’s Magazine .

 Sei le etichette selezionate e menzionate con Cantine che vanno dal Friuli, all’Oltrepò Pavese, alla Toscana, alla Romagna, la Puglia e la Sicilia .

  Un albo d’oro ricchissimo quello dei “Blues & Wine Awards” che negli anni, tra gli altri, ha visto premiare personaggi storici del Vino italiano, come : Diego Planeta, Carlo Hauner, Lucio Caputo o Claudia Ferraresi (Signora del Barolo), o ancora del Food e del Giornalismo, come : Andy Luotto, Crescenzo Scotti, Peppe Carollo, Marcello Masi, Eleonora Cozzella e tantissimi altri .

   Per la Musica invece hanno ricevuto il prestigioso Award in passato, icone delle sette note, come : Al McKay (grandissimo chitarrista e Band Leader degli Earth Wind & Fire), J.T.Taylor (splendido cantante dei Kool & The Gang) o la leggendaria Band di James Brown, venuta appositamente solo ad Agrigento nel 2007, per onorare il premio e la memoria del famosissimo Leader, pochi mesi dopo la scomparsa dello stesso “Padrino del Soul” .  Assieme a loro, il riconoscimento è stato attribuito anche ad icone della scena italiana ed internazionale, come Paolo Conte, Renzo Arbore o Carlo Massarini, nonché a bluesmen o blueswomen di immenso talento, come : Sherman Robertson, Sharrie Williams, Chris Cain, Lee Brown, Junior Watson, il povero grande chitarrista di Chicago Eric Guitar Davis, o come James Owens (ancora oggi fenomenale chitarrista della Band di Joe Castellano) .

 Partners del Food per la speciale serata, l’Azienda Casearia Passalacqua di Castronovo di Sicilia, con le sue eccellenze dei Monti Sicani – tra le quali tuma persa e fior di garofalo – e le Pasticcerie Cuccia di Piana degli Albanesi e Fiasconaro di Castelbuono, che rispettivamente proporranno in assaggio i sontuosi cannoli di Piana ed i panettoni (quelli di Fiasconaro) ormai conosciuti in tutto il mondo .     

 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace