Pubblicato il: lunedì 2 Dicembre, 2019
Dal 6 dicembre 2019 al 15 gennaio 2020.

TAORMINA – La mostra “Von Gloeden, Taormina e il Mediterraneo

Il Comune , con l’organizzazione di ARTCOM, presenta, nella sede espositiva della Ex Chiesa del Carmine, la mostra “Von Gloeden, Taormina e il Mediterraneo”, a cura di Luca Beatrice e Willy Montini.
Una esposizione di opere fotografiche del famoso nobile tedesco Wilhelm von Gloeden, attivo a Taormina ed in Italia a partire dal 1880 e sino alla scomparsa, nel 1931.
Il progetto della mostra nasce dalla scoperta di una collezione di oltre venti stampe originali di Wilhelm von Gloeden appartenute prima al gallerista Lucio Amelio e successivamente all’artista Bruno Di Bello.
La particolarità di questa collezione, contenuta, ma completa nei temi e selezionata nelle scelte, suggerisce ai curatori l’idea stessa della mostra: sono fotografie che raccontano l’intero percorso artistico di von Gloeden.
Ai nudi accademici degli esordi si aggiungono i famosi scatti eseguiti nelle dimore taorminesi abitate dal nobile tedesco. Quegli scatti in cui i modelli sono spesso i giovani paesani. Non mancano alcune fra le più
famose fotografie scattate fuori dagli spazi attrezzati per quella che, all’epoca, era una pratica pioneristica: ricostruzioni dei miti d’Arcadia registicamente allestite da von Gloeden al Teatro Greco di Taormina o in
giardini e fra gli alberi, negli spazi aperti, nella natura, fra fontane e scogliere, spesso con vedute straordinarie della costa taorminese. E poi i paesaggi di altri luoghi della Sicilia e del Mediterraneo, fra cui alcune immagini dei luoghi simbolo di Siracusa e Segesta, ma anche testimonianze di un soggiorno a Tunisi, documentato da rare vedute della Koubba e del Sidi Marhes. E ancora, sono presenti stampe famosissime, come l’intenso
ritratto di Carlotta ed altre molto rare, come il giardino di Thomas Bradney Shaw-Heller. Nell’allestimento, che i curatori hanno sviluppato in maniera circolare sfruttando la pianta aperta ottagonale della Ex Chiesa del Carmine, il visitatore si troverà circondato dalle immagini di von Gloeden e potrà leggere i saggi dedicati al progetto e alla collezione esposti in gigantografia a scandire il percorso espositivo. Sarà disponibile in mostra un prezioso catalogo con tutte le opere riprodotte, arricchito dai testi dei curatori e apparati bibliografici.
La Chiesa del Carmine a Taormina fu costruita, in stile barocco, nel 1662 con annesso il convento dei frati Carmelitani. Fu distrutta più volte dai saccheggi dei saraceni e completamente abbattuta dai bombardamenti del 1943. Dopo la ricostruzione e i successivi restauri non è più adibita al culto, ma è stata trasformata e viene utilizzata come auditorium o come suggestiva sala di esposizione per mostre d’arte. Dal Corso Umberto la si può raggiungere da una breve scalinata nei pressi di Porta Catania.
Mostra: “Von Gloeden, Taormina e il Mediterraneo”.
Curatore: Luca Beatrice e Willy Montini.
Luogo: Taormina, Ex Chiesa del Carmine.
Durata: Dal 6 dicembre 2019 al 15 gennaio 2020.
Vernissage: giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 18.
Orari di apertura: martedì, mercoledì e giovedì dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 19:00; venerdì, sabato
e domenica dalle 10:00 alle 19:00.
Lunedì Chiuso.
Catalogo: in mostra.
Organizzazione: ARTCOM, in collaborazione con Artenetwork Orler.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace