Pubblicato il: venerdì 18 Ottobre, 2019
Troina Comune Capofila nelle iniziative

NEBRODI – CHIESTE MISURE DI CONTRASTO E VACCINAZIONI PER LA TUBERCOLOSI E LA BRUCELLOSI

TROINA (En) – Con un ordine del giorno approvato all’unanimità dal consesso civico, nella seduta svoltasi al palazzo municipale mercoledì 16 ottobre scorso, il Comune di Troina chiede al Ministero della Salute di adottare misure di contrasto e vaccinazioni contro la tubercolosi, la brucellosi bovina,  bufalina e ovi-caprina e la leucosi bovina enzootica.                                                                                                  La problematica, sollevata dall’assessore all’agricoltura ed alla zootecnia Giuseppe Schillaci e condivisa appieno dalla minoranza dell’opposizione, scaturisce dalle difficoltà riscontrate dagli allevatori del territorio, le cui mandrie sono sempre più spesso decimate dall’abbattimento degli animali affetti da tali patologie.                                                             Sebbene la Comunità Europea abbia predisposto già dal 2006 campagne di vaccinazioni sugli animali sani, per evitare l’insorgere della malattia, gli allevatori siciliani ad oggi non hanno ricevuto alcuna disposizione dalla Regione, vedendosi pertanto costretti a continuare con gli abbattimenti.                                                                                                                               “Da oltre un anno seguiamo da vicino questa particolare vicenda che sta mettendo a dura prova i nostri allevatori e il mondo della zootecnia – spiega l’assessore Schillaci – , e siamo contenti che il consiglio comunale abbia approvato questo ordine del giorno,  sperando che possa essere da sprono per  gli organi preposti a trovare soluzioni alternative per arrivare finalmente all’eradicamento della malattia, evitando i continui abbattimenti che, oltre a distruggere l’esistente, scoraggiano anche i nuovi investimenti in quello che è un settore strategico per l’intera area interna ennese”.                                                                                                                          Il Comune di Troina si promuove infatti capofila nel coinvolgere tutte le altre amministrazioni dell’ennese, del messinese, del catanese e delle altre province coinvolte nella problematica, inviando l’ordine del giorno affinché venga approvato dai rispettivi consigli comunali, garantendone una più ampia condivisione ed auspicando la redazione di un documento unico e condiviso, da trasmettere al Ministero della Salute.                                                                 “Le associazioni di categoria ci hanno chiesto unanimemente di aiutarli in questa difficile fase – prosegue l’assessore Schillaci –  e, noi, ci siamo e continueremo ad esserci. Ringrazio il responsabile regionale dell’Unione Allevatori Sicilia Carmelo Galati Rando, per aver contributo alla stesura dell’ordine del giorno ed al dibattito consiliare, ed il gruppo d’opposizione Troina in Movimento, soprattutto la consigliera Amata che, essendo una profonda conoscitrice della materia, ha segnalato e proposto modifiche sostanziali, che abbiamo accolto e votato all’unanimità, per favorire una mobilitazione il più incisiva possibile.”

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace