Pubblicato il: giovedì 12 Settembre, 2019
Tutto da rinviare?

GIARDINI NAXOS – Palanaxos quale futuro? L’idea del vicesindaco Giardina

Per anni è stata la location simbolo di Giardini Naxos che ha ospitato eventi importanti contribuendo ad incrementare il turismo fieristico della cittadina jonica; a tal proposito ricordiamo le ultime edizioni del Premio Regia Televisiva, Extramoenia, Fiere di rilievo nazionale ed internazionale, concerti e perfino un convegno mondiale organizzato dalla NASA  in collaborazione con l’Istituto Astrofisico di Catania riguardante i telescopi spaziali per lo studio del sole. Stiamo parlando del Palanaxos  una tendostruttura alquanto capiente capace di ospitare importanti eventi anche di rilievo internazionale che, a seguito di varie vicissitudini, da qualche anno ha chiuso i battenti e non viene utilizzata a causa dell’avanzato degrado in cui oggi si trova.

            L’amministrazione comunale ha cercato di trovare un gestore per ridare una seconda vita al Palanaxos ma a quanto pare fino ad oggi ogni tentativo è stato vano.

In merito alla questione è intervenuto il Vicesindaco Carmelo Giardina assessore al Patrimonio il quale spiega:  “Come è noto, subito dopo l’insediamento dell’attuale Amministrazione (Giugno 2015), la valorizzazione del Palanaxos rappresentava una delle priorità più rilevanti, in considerazione degli anni 80′, anni d’oro in cui la popolare struttura raffigurava il simbolo di una Giardini opulenta e determinante nell’ambito dello spettacolo.  Cosi la Giunta Municipale in data 21 Marzo 2016 approvava la Delibera n.70 con cui assegnava, al Responsabile del IV Settore, atto di indirizzo per la riqualificazione e gestione della struttura fieristica, già in uno stato di avanzato degrado e totale abbandono. Si provvedeva quindi, quale primo step, all’accatastamento della infrastruttura sino ad allora non ancora effettuato. Nota l’impossibilità ad eseguire, con risorse proprie, alcuna tipologia di ristrutturazione, si ricorreva alla soluzione del Partenariato Pubblico Privato (PPP). Nel frattempo, un noto impresario di Catania, dopo numerosi sopralluoghi presso l’immobile ed in seguito ad acquisizioni di dati e dettagli, mostrava particolare interesse sull’argomento ma, sul punto di presentare una Finanza di Progetto, rinunciava all’iniziativa progettuale, sembrerebbe anche su suggerimento di una figura di rilievo dell’Amministrazione Comunale. Rimanendo infruttuoso l’Avviso del bando, si ricorreva a contatti diretti, tramite PEC, con cui s’invitavano importanti agenzie fieristiche (Milano, Bologna, Bari ecc.) a manifestare eventuale interesse per la riqualificazione e gestione del centro fieristico, ma anche questa volta nessuna risposta. Nel 2018, iniziano i contatti con un importante studio di Catania, in associazione con un gruppo della capitale, che dopo vari sopralluoghi, proponeva uno studio di fattibilità molto allettante e ambizioso, unico tra Catania e Messina. Purtroppo anche in questo caso, assunti ulteriori elementi tecnici e dettagli ambientali, la società rinunciava all’iniziativa progettuale. Il problema Palanaxos rimane insoluto, come se fattori esterni impedissero, ogniqualvolta un’impresa si propone con molto entusiasmo ed interesse, di concretizzarne il progetto. Questa Amministrazione continuerà, con ulteriori tentativi, sino alla fine del mandato, la ricerca di possibili promotori. Qualora ogni avviso risultasse inutile e date le condizioni sempre più fatiscenti della struttura, bisognerà valutare necessariamente l’inserimento nel piano delle alienazioni, in quanto potrebbero sorgere anche preoccupazioni legati alla sicurezza del manufatto. Ovviamente, per una questione di correttezza, questa soluzione e’ demandata alla prossima (maggio 2020) Amministrazione.”

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace