Pubblicato il: sabato 20 Aprile, 2019
Il 27 aprile inaugurazione

GIARRE – Seconda edizione del Radicepura Garden Festival,la biennale promossa dalla Fondazione Radicepura

Fino al 27 ottobre sarà possibile visitare 14 giardini e 4 installazioni realizzate appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5000 varietà, grazie all’attività portata avanti da quasi 50 anni da Venerando Faro, alla guida dell’azienda insieme ai figli Mario e Michele.

I giardini e gli ambienti Mediterranei diventano occasione di confronto per esplorare un tema di grande attualità: i GIARDINI PRODUTTIVI, di cui si trovano le  prime tracce nella descrizione di Omero del giardino della reggia di Alcinoo, uno spazio racchiuso dove crescevano peri, melograni, meli, fichi dolcissimi e rigogliosi ulivi. Ancora oggi quell’immagine trova corrispondenza nell’idea di uno spazio naturale, che produca frutti, fiori, biodiversità, odori, emozioni, ossigeno, relax, divertimento, energia rigenerante, archetipo che non viene mai meno. Un giardino che sappia coniugare l’ancestrale bisogno di utilità con le nuove esigenze estetiche della società contemporanea, non tralasciando la ricerca nel giardino di un luogo intimo in cui ritrovare se stessi e rigenerarsi.

A stimolare la riflessione intorno a questi temi due grandi nomi del paesaggismo internazionale:  Antonio Perazzi e Andy Sturgeon, che hanno realizzato per il festival due giardini site-specific superiori ai 300 metri quadrati ciascuno, Home Ground e Layers, che saranno visibili con i protagonisti nei giorni dell’inaugurazione.

Altri dieci giardini, di dimensioni più piccole, di circa 50 metri quadrati ciascuno, sono stati realizzati da giovani paesaggisti selezionati tramite un bando internazionale stimolando il dibattito su design del paesaggio e sostenibilità.

Completeranno gli allestimenti gli interventi degli artisti Renato Leotta e Adrian Paci. Il  paesaggio mediterraneo sarà il tema centrale delle installazioni e le piante il tramite per realizzare opere capaci di ispirare pensieri ed emozioni intorno alla natura siciliana. Renato Leotta realizzerà per la Fondazione un’opera dedicata ai temi fondativi del festival. Adrian Paci porterà due contributi: il video del 2011 “Inside the circle” in occasione dell’inaugurazione e poi, frutto della sua residenza, un’opera che realizzerà in collaborazione con il vivaio e la Fondazione.

Il parco, oltre agli interventi dedicati al tema dell’anno, ospiterà ancora i giardini dall’edizione 2017 – realizzati da James Basson e Michel Péna – le installazioni progettate da François Abélanet, Giò Forma e Studio Coloco – insieme alle opere frutto delle residenze d’artista di Emilio Isgrò e Alfio Bonanno.

Con l’inaugurazione saranno visibili anche le collaborazioni e i progetti speciali promossi dalla Fondazione Radicepura come il sostegno a la Casa di Toti per la quale realizzerà le aree verdi dell’albergo solidale a Modica. In occasione del festival i ragazzi dell’associazione hanno curato un giardino “toccando con mano” l’esperienza del gardening, lasciando un segno del loro lavoro dentro il parco Radicepura.

Nella prima settimana del festival sono molti gli appuntamenti che animeranno il parco e la visita ai giardini, grazie alla presenza di ospiti di fama internazionale.

Il 27 aprile alle ore 11.00 ci sarà il taglio del nastro e la visita ai giardini con il Presidente della Regione Nello Musumeci e l’arcivescovo di Acireale Mons. Antonino Raspanti. A seguire, alle 12.30, il paesaggista Antonio Perazzi esplorerà il suo progetto Home Ground con Emanuela Rosaclot direttore di Gardenia e Gaetano Zoccali, giornalista. Il pomeriggio alle 15.00 apriranno le visite guidate ai giardini, mentre alle 15.30 Giovanni Iovane, Direttore dell’Accademia di Brera, l’artista albanese Adrian Paci ed Emanuela Rosaclot si confronteranno sul tema del giardino mediterraneo, luogo d’arte e di sapere. Alle 17.00 un’altra visita guidata all’interno del parco e alle  17.30 il paesaggista Andy Sturgeon racconterà il suo giardino Layers con Sarah Eberle, garden designer di fama internazionale e madrina del festival,  Emanuela Rosaclot e Vincent Todolì,Direttore artistico della Fondazione Hangar Bicocca. Il parco chiuderà alle 19.00.

Il 28 aprile alle ore 10.00 partiranno le visite guidate ai giardini. Alle 10.30 il fotografo di giardini Clive Nichols in collaborazione con Gardenia, media partner della manifestazione, sarà protagonista di una classe dedicata a questo tema. Dopo la lezione teorica, i partecipanti si eserciteranno all’interno dei giardini del Festival. Lo scatto migliore di ognuno dei partecipanti verrà pubblicato sulla rivista Gardenia. Alle 11.30 i giovani designers presenteranno i propri progetti in dialogo con Pablo Georgieff e Sarah Eberle. Il pomeriggio passeggiata nei giardini con Lorand Hegyi, Amministratore Delegato del Museo d’arte moderna di Saint-Étienne. Il parco chiuderà alle 19.00.

Il mese di maggio si aprirà con Open, 12 ore di eventi dedicati ad arte, musica e cibo a contatto con la natura, primo degli appuntamenti musicali organizzati in collaborazione con l’associazione culturale Mercati Generali. A seguire il 5 maggio alle 10.00 ci sarà la prima delle tre passeggiate botaniche organizzate da Aboca. Lo stesso giorno alle 11.30 il prof. Giuseppe Barbera, uno dei massimi agronomi e studiosi del paesaggio agricolo e storico, presenterà il libro Tuttifrutti, dedicato alla storia degli alberi da frutto in Italia. Alle ore 16.00 ancora cultura del paesaggio con Maria Licata, Presidetessa della delegazione FAI Catania, che incontra  Edoardo Pepino sul Labirinto di Franco Maria Ricci. Il 12 maggio conversazione su  “Il fantastico mondo delle Solanacee” con Daniela Romano, docente di Orticultura e Floricultura presso l’Università di Catania. Il 26 maggio partecipazione al circuito internazionale Chelsea Fringe. Il 1° Giugno il festival sarà a Palermo in Piazza del Parlamento per l’inaugurazione del giardino dinamico Passage to Mediterranean, allestito in collaborazione con ARS e Fondazione Federico IISarah Eberle sarà protagonista dal 18 al 22 giugno di How to design a garden for a luxury hotel, workshop di progettazione per gli spazi verdi dei giardini degli hotel Belmond Grand Hotel Timeo e Belmond Villa  Sant’Andrea a Taormina.

Confermata ad agosto la rassegna Garden in movies & short film fest, festival cinematografico dedicato ad esplorare i temi della biennale attraverso il cinema. Tutte le domeniche saranno  ospitate delle conversazioni su botanica, orto in casa, agrumi e aromi. In collaborazione con la Facoltà di Scienze Agrarie dell’Università di Catania sarà attivata una summer school con relatori internazionali. Ospitata anche quest’anno a settembre la rassegna letteraria La ginestra sul cortile; ancora musica con gli ospiti internazionali Ed Wilson e Gilles Peterson durante il Ricci Weekender dell’8 settembre. Il 25 ottobre si parla di paesaggio con le giornate di studio Sicily, landscape in motion in collaborazione con Paysage, in attesa  del grande evento di chiusura del festival.

Sarà possibile prenotare e organizzare attività altamente personalizzate con gli esperti di Radicepura e i partner della manifestazione. Ci sarà un’area didattica dedicata ai bambini, con l’orto della dieta mediterranea, il giardino dei profumi e il labirinto sonoro. A corollario degli eventi e delle visite guidate ai giardini, saranno allestite zone ristoro e un’area food. Il programma completo e aggiornato degli eventi è disponibile sul sito della manifestazione www.radicepurafestival.com

Il festival è promosso dalla Fondazione Radicepura e organizzato da Piante Faro con diversi partner .

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace