Pubblicato il: sabato 19 Gennaio, 2019
Un uomo impegnato su più fronti

FRANCAVILLA SICILIA – Un libro su Salvatore Puglisi e la sua città

Proposta una borsa di studio in suo nome

Michele La Rosa – Un libro su “ Salvatore Puglisi, il sindaco di Francavilla”. Una pubblicazione per rievocare l’impegno di colui che è stato, in diversi periodi, primo cittadino del comune alcantarino per 25 anni, morendo poi nel 2011. Per tutti era “Turiddu”, l’amico di tutti i cittadini. La pubblicazione, per Armando Siciliano Editore, è stata curata dal cugino Salvatore Ferruccio Puglisi, autore di numerosi libri. Alla presentazione c’erano pure la sorella  Nina Puglisi, l’attuale sindaco Vincenzo Pulizzi, diversi amministratori del comprensorio, l’editore Siciliano . Nel libro una interessante ricostruzione di circa 170 anni di attività amministrativa di Francavilla, grazie agli appunti e scritti dello stesso compianto Salvatore Puglisi, uomo meticoloso ed attento che amava ritagliare articoli di giornali e conservarli, cercare libri di storia locale, prendere appunti, trasferire tutto nero su bianco e creare così un vero e proprio archivio storico. Giovane appassionato di calcio, delle radio locali, della politica, fino ad essere per molti anni collaboratore dell’allora ministro messinese Nicola Capria. Nato nel 1936, per anni insegnante, la politica era il suo impegno quotidiano, anche quando non rivestiva cariche istituzionali. La sua militanza negli anni del Partito socialista Italiano facevano di lui un amministratore attento allo sviluppo ed opportunità del suo territorio, trasformando il volto di Francavilla per certi aspetti. E’ stato anche un sindaco precursore dei tempi, anche se alcuni suoi sogni e progetti poi naufragarono come quel tanto agognato campo da golf che ipotizzava, ma era pure l’uomo dei grandi eventi , amministratore e regista per certi aspetti di quella Sacra rappresentazione del Venerdì Santo che grazie a lui ottenne un successo non indifferente negli anni. La presentazione del libro a Palazzo Cagnone, venerdì sera, è stata quindi l’occasione per raccontare Salvatore Puglisi e la sua Francavilla, anche se in diversi dal pubblico hanno evidenziato che Salvatore Puglisi è molto di più rispetto a quello che è stato possibile raccontare in questa pubblicazione, da qui la proposta, anzi le diverse proposte, di realizzare altre pubblicazioni, oppure come ha proposto il cognato, l’imprenditore cav. Francesco Tornatore, di istituire una borsa di studio in suo nome, da organizzare con l’Università di Messina ha suggerito poi l’ex deputato Gioacchino Silvestro.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace