Pubblicato il: venerdì 17 Agosto, 2018
Interessante mostra d'arte e di artigianato locale

SAN TEODORO – La Pro Loco ha una nuova sede.

Verso progetti ambiziosi

Michele La Rosa- Nel centro nebroideo inaugurata la nuova sede della Pro Loco, situata all’interno di una prestigiosa Villa dell’800. Cio’ permetterà di portare avanti diverse iniziative finalizzate alla promozione e sviluppo del territorio, ma anche di avere una sede per ospitare eventi,incontri, ecc.   A raccontarci l’inaugurazione , gli obiettivi, la storia dell’associazione è il presidente Pina Di Marco. Presenti alla cerimonia: il parroco Don Gino Fichera; Santino Gentile, il presidente dell’Unpli ; Alfredo Reni, funzionario direttivo Str13 di Patti; Massimiliano Ragusa, presidente onorario, e l’attuale Presidente della Pro Loco di Troina, Salvatore Pagana; Silvio Trovato, vice presidente del Consiglio comunale di Troina (En). All’interno dei locali sono state allestite mostre di pittura, scultura, ricamo e una mostra Fotografica “Ricordi Di San Teodoro”. Gli artisti che hanno creato performance e spazi espositivi sono : Maurizio e Salvatore Montagno , musicisti; Fortunato Sindoni, cantastorie; Giselle e Bua Cristina, pittrici; Carmelo D’Amico, Scultore; I Maestri del gruppo “Art Center Gallery”: Cottone, Raimondi, Ricciardi, Ragusa, Galvagno; Carmelo Cozzo scultore e pittore;Filippo Chisari, poeta; per la sezione artigiani: Danilo Longo e Tiziana Valente, lavorazione materiale naturali; Carmelina Ragusa e Teresa Riccobuono, ricamatrici; Sabrina Caruso, lavorazione della Ceramica. “L’obiettivo è quello di creare coinvolgimento, perché questo è un progetto che può crescere solo se condiviso. Abbiamo bisogno della partecipazione e dell’impegno di tutti i cittadini che, con noi, condividono questi ideali. E’ nostra intenzione attivare durante l’anno corsi di formazione, mostre permanenti, laboratori didattici e laboratori del gusto, nonché convegni per affrontare tematiche attuali” – ci dice ancora Pina Di Marco. La Pro Loco qui ha una storia significativa e lunga nel tempo, interessandosi di San Teodoro ma anche di Cesarò. Il ruolo dell’associazione pertanto, anche alla luce di questa nuova e prestigiosa sede aumenta, puntando a programmi ambiziosi di valorizzazione del territorio e salvaguardia delle tradizioni, ponendosi spesso come input ad attività varie ed organizzando eventi tematici.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace