Pubblicato il: venerdì 8 Giugno, 2018
Castiglione, Nicolosi, Salemi i 3 comuni siciliani coinvolti

CASTIGLIONE – La Cina guarda con attenzione alla Sicilia : prospettive per il turismo

Si punta ad attrarre nuovi flussi turistici ma prospettive pure per i prodotti agricoli locali

Michele La Rosa – In Cina per un patto di collaborazione.  3 i sindaci siciliani impegnati nei giorni scorsi in questa “missione” nell’ambito dell’  International Mayor’s Forum 2018, un focus sul turismo internazionale tenutosi nella città di  Zhengzhou nella regione di Hennan. i 3 amministratori adesso  fanno il punto della situazione dopo questa interessante iniziativa che ha visto comunque partecipare 14 sindaci italiani , mentre per la Sicilia sono intervenuti :Domenico Venuti per Salemi, Angelo Pulvirenti per Nicolosi ed Antonio Camarda per Castiglione  il quale afferma : “la nostra regione è molto apprezzata per le risorse naturali e  culturali. Il governo cinese ha ospitato la delegazione Italiana in un incontro riservato in cui sono stati scambiati piccoli doni e firmato un patto di amicizia fra il comune di Zhengzhou e i comuni italiani. L’obiettivo è quello di creare un ponte fra la  Cina e l’ Italia ed in modo particolare la Sicilia affinché attraverso un patto di amicizia si possano sviluppare tutte quelle iniziative che creino le condizioni perché i turisti cinesi possano essere orientati a visitare la nostra Isola ed in particolare i piccoli borghi ed i comuni montani, ricchi di storia, cultura e con un offerta enogastronomica di eccellenza”. C’è quindi ottimismo sugli esiti di questo importante incontro, la Cina e gli operatori turistici cinesi guardano con attenzione alla Sicilia e alle sue attrattive, ma anche per avviare scambi commerciali, i nostri prodotti dell’agroalimentare ad esempio. Per alcuni giorni quindi il Forum sul turismo è stata una preziosa vetrina pubblicitaria per il nostro territorio durante l’evento ma anche grazie alla stampa internazionale coinvolta in un evento di tale importanza. Per la Sicilia si aprono prospettive interessanti, il mercato cinese apre scenari nuovi sia per i tour operator che puntano ad attrarre nuovi flussi turistici che per i nostri produttori di vini e altri prodotti che guardano al mercato orientale con estrema attenzione. Per Castiglione si tratta di una ulteriore opportunità in entrambi i campi, sia sotto l’aspetto turistico che per il mondo del vino in particolare dove già qualche azienda esporta. Opportunità questa che va a premiare anche il lavoro fin qui svolto nell’ambito della promozione turistica da parte dell’Amministrazione locale con in testa il sindaco Antonio Camarda e l’assessore Irene Ninfa Randazzo nel contesto  di un più articolato programma di valorizzazione e promozione.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace