Pubblicato il: giovedì 22 Febbraio, 2018
Molti istituti scolastici pronti ad aderire

CESARO’ (Me) – Nebrodi innevati parte il progetto “Scia nel Parco”

Diversi i comuni ed enti coinvolti

Michele La Rosa – La neve è arrivata quasi all’improvviso. Poche ore per decidere e dare il via. Cronaca di una iniziativa che sta riscuotendo in poche ore un grande successo.” Domenica scorsa dopo le abbondanti nevicate, effettuati alcuni sopralluoghi  presso località “Portella Femmina Morta” abbiamo dato il via al progetto Scia nel Parco ” – ci dice Antonio Saraniti, vicesindaco di Cesarò.  E tutto parte da qui, l’Amministrazione locale ha subito coinvolto gli altri comuni limitrofi. Difatti il Progetto che vede il comune di Cesarò capofila vede partecipare pure   : San Fratello, San Teodoro, Troina, a cui si sono aggiunti pure Maniace ed Alcara Li fusi. Protagonsti dell’iniziativa pure altri Enti come il Parco dei Nebrodi e l”Azienda Silvo Pastorale, diverse associazioni di promozione turistica. Un progetto che va a coinvolgere pure le scuole e che vede il locale Istituto Comprensivo Don Luigi Sturzo coordinare varie attività. Il Comune da Cesarò fa da capofila al progetto che registra entusiasmo e registra sempre più adesioni . “Scia nel parco”  promuove le attività invernali come lo  sci di fondo,  le passeggiate con le ciaspole e slittino. Sul luogo possibilità di noleggio attrezzature e guidati da  personale professionale come istruttori di sci appartenenti  alla FISI (Federazione Italiana Sport Invernali). Un modo per scoprire pure i laghi più alti di Sicilia (in questo periodo ghiacciati) come il Maulazzo o  il lago Biviere di Cesarò, mentre per i più audaci l’avventura continua fino a conquistare la  vetta più alta dei Nebrodi :  Monte Soro.
In pochi giorni si sono registrate già molte prenotazioni da parte di diversi istituti scolastici mentre per i weekend  sono molti gli escursionisti che si stanno prenotando già . Un risultato importante  questo e che è il frutto del lavoro svolto in questi anni da persone che amano e credono nei Nebrodi , così come evidenzia ancora il vicesindaco Antonio Saraniti raccontando in questo contesto  ciò che è stato l’impegno di un uomo come come Salvatore Calì, un dipendente dell’ente Parco dei Nebrodi, morto prematuramente ma che  ha contribuito parecchio alla realizzazione del progetto nel passato. In questa cornice imbiancata tra laghi ghiacciati e cime innevate a pochi metri da “Portella Femmina Morta” tra qualche settimana riaprirà il rifugio più importante è storico dei Nebrodi: Villa Miraglia, la struttura dell’Ex Provincia Regionale di Messina che riaprirà i battenti, gestito da privati,  dopo una lunga pausa dovuta ad un lungo e non sempre facile  iter burocratico durato anni. Per info e prenotazioni sull’iniziativa si può chiamare il servizio  “Pronto Parco” al numero  tel. 095697818, mentre l’Amministrazione  ci ricorda che a Cesarò domenica 18 marzo ci sarà di nuovo l’appuntamento con “Il Mercato della Terra dei Nebrodi. Appuntamenti a parte comunque occhio alle previsioni meteo e c’è già chi “prega” affinchè arrivi nuova neve per prolungare l’esperienza di scoprire i Nebrodi sciando.

La foto del Lago Maulazzo qui riprodotta è di  Marco Restivo, pubblicata su Flickr.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace