Pubblicato il: domenica 1 Ottobre, 2017
Palazzo Cagnone ha ospitato l'evento

FRANCAVILLA DI SICILIA – L’Arte di raccontare:presentato il libro di Barbara Bellomo “Il terzo relitto”

Dotare i plessi scolastici di defibrillatori

Michele La Rosa – La scrittrice Barbara Bellomo ha presentato, insieme a Daniela Bonanzinga  di Messina   il libro  “Il terzo relitto”, l’avventurosa ricerca di tre relitti affondati durante la prima guerra Punica . Un testo, scritto da Barbara Bellomo,  dove fantasia  e realtà si accavallano,  si fondono ,  in questo   libro ambientato alle Eolie e che ha visto per l’occasione la stessa autrice affrontare il tema “l’arte di narrare le storie” partendo proprio dal come nasceva il suo libro, dove fantasia ed immaginazione in alcune pagine anticipavano la realtà, la storia di alcuni fatti fino a quel momento a lei sconosciuta. La presentazione del testo fa parte di una iniziativa più articolata organizzata dal locale Istituto Comprensivo, a cui fanno capo diversi plessi scolastici della Valle Alcantara. Cultura e solidarietà sociale, un binomio prezioso per affrontare temi di grande attualità, attraverso la riflessione, il racconto. Così l’Istituto Comprensivo locale, diretto da Angela Mancuso ha iniziato il nuovo anno scolastico, presentando i loro obiettivi  in una nuova formula di evento.  Obiettivo dell’Istituto è dotare tutti i plessi scolastici di defibrillatori, finalità da perseguire attraverso una raccolta fondi. E l’iniziativa difatti è già partita con lo stesso evento di venerdì sera in collaborazione con la Fidapa (Federazione Italiana, donne, arti, professioni, affari). In una suggestiva location come l’antico Palazzo Cagnone è stato presentato il progetto, alla presenza del sindaco Enzo Pulizzi e dell’assessore Melania Silvestro, vari componenti della locale Fidapa, numerosi docenti. Da Palazzo Cagnone quindi parte questo progetto di raccolta fondi per dotare i plessi scolastici dislocati in vari comuni di defibrillatori, strumenti preziosi nei casi di emergenza per salvare la vita. Una sorta di appello a collaborare, attraverso un nuovo format di evento, dove scuola intesa come istituzione, municipalità, associazionismo, operatori culturali,  in sinergia per raggiungere l’obiettivo, grazie anche alla cultura, alla lettura come strumento di comunicazione condivisa. In programma già altri eventi culturali, la stessa dirigente scolastica Angela Mancuso, insieme a Rossana Ricciardi   ci annunciano  che tra qualche mese ci sarà pure la scrittrice Dacia Maraini.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace