Pubblicato il: venerdì 18 Agosto, 2017
Per contrastare il fenomeno abbandono rifiuti

GIARDINI NAXOS – Arriva l’Ispettore Ambientale Volontario

Proposto un Regolamento comunale

In seguito alla istituzione della raccolta differenziata ed agli scarsi risultati sino ad oggi conseguiti, allo scopo di concorrere alla difesa del suolo, del paesaggio, del decoro urbano e della tutela dell’ambiente nel territorio comunale l’amministrazione comunale ha predisposto una proposta di Regolamento per l’attivazione della figura dell’Ispettore Ambientale Comunale Volontario (IACV) per la prevenzione, la vigilanza, il controllo del corretto conferimento, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti e rispetto delle disposizioni in tema di igiene e decoro urbano. “La figura dello IACVspiega il vicesindaco Carmelo Giardinanasce dalla necessità di contrastare gli abbandoni illeciti, il deposito incontrollato dei rifiuti ed il controllo sulla modalità della raccolta differenziata. Naturalmente il Servizio di Vigilanza Volontario Comunale in materia ambientale costituisce un servizio volontario non retribuito che non da luogo ad alcun rapporto di lavoro. L’organizzazione del Servizio è disciplinata dal Comune quale Ente che rappresenta la propria comunità e ne cura gli interessi. L’Ispettore Ambientale Volontario Comunale svolge, all’intero territorio comunale, attività informative ed educative ai cittadini incentivando la raccolta differenziata il riciclo e la riduzione dei rifiuti. In questo senso vogliamo riuscire a svolgere una valida opera di prevenzione nei confronti di quegli utenti che, con comportamenti irrispettosi del vivere civile, arrecano danno all’ambiente, all’immagine e al decoro della città. In realtà, l’azione di maggior peso che assumono tali volontari riguarda l’attività di supporto agli organi preposti ai controlli, in quanto gli IACV, previamente muniti di apposito decreto sindacale di nomina quale agente accertatore, potranno svolgere le funzioni di vigilanza, di controllo e di accertamento con capacità di sanzionare le violazione ai regolamenti comunali e alle ordinanze sindacali relative al deposito, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti di spettanza regolamentare del Comune, concorrendo alla difesa del suolo, del paesaggio ed alla tutela dell’ambiente. Il Regolamento, una volta esaminato dalla Segretaria Generale, andrà in Commissione Consiliare per gli adempimenti del caso e quindi in Consiglio Comunale per l’approvazione.”

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace