Pubblicato il: martedì 19 Gennaio, 2016
Turisti americani e inglesi richiedono l'Italia

Ostelli turistici: solo Roma tra le italiane nelle prime 10 città nel mondo

L’Italia si conferma la sesta meta più richiesta a livello mondiale

ostelli-zero-wasteTurismo in crescita in Italia, risultati che fanno ben sperare per il 2016 analizzando quelli dell’anno appena trascorso. Tra hotel, agriturismo ed altre forme di ricettività i dati parlando di sensibile aumento delle presenze turistiche. E negli Ostelli italiani? Pare di si anche in questo caso.

Hostelworld, sito di prenotazione online di ostelli con 33mila strutture in 170 Paesi, ha stilato le classifiche delle mete più richieste in tutto il mondo nel corso del 2015 con spunti molto interessanti sull’andamento turistico internazionale, soprattutto per il segmento “giovane”, dato che il 90% di coloro che si affidano al portale ha meno di  di 35 anni.

top10ostelli

L’Italia si conferma tra le prime, difatti à  la sesta meta più richiesta a livello mondiale, dopo UK, Spagna, Germania, Stati Uniti e Australia. Nella top 10 anche Thailandia, Francia, Paesi Bassi e Irlanda.

Nella top 10 delle città più prenotate solo Roma entra in classifica al 10° posto in una graduatoria che parla europeo con in testa Londra, Amsterdam e Barcellona.

Interessante anche la classifica di chi prenota di più in Italia: il podio è anglofono con Usa, Australia e Uk. Sorprende il 4° posto dei sud coreani che scelgono ostelli in Italia.

Dal punto di vista dell’outcoming, l’Italia conferma di essere un “cliente classico”: Londra rimane la prima meta tra gli under 35 italiani, seguita da Amsterdam, Barcellona, Dublino e Berlino. L’unica città italiana in classifica è Milano, al 10° posto, con trend probabilmente dovuto anche ad Expo 2015.

Le classifiche di Hostelworld ci danno anche delle indicazioni sull’andamento dei flussi turistici a livello mondiale degli under 35, i cossiddetti Millennials. Stando a quanto emerso nel corso dei precedenti 12 mesi e delle prenotazioni a livello globale gestite da Hostelworld, tra le mete in crescita ci sono il Myanmar (ex Burma), Il Belize, le Filippine, l’Indonesia e lo Sri Lanka. Questi i cinque paesi al top tra i viaggiatori movers and shakers, ossia tra coloro soliti anticipare le tendenze prima che diventino moda. Nellìinfografica seguente la top 10 completa delle mete emergenti.

Otto Rosenberger, CMO di Hostelworld, commenta: “I ragazzi, da sempre, sono coloro che prima di tutti sanno anticipare quello che da lì a poco diventerà poi cool. E da quello che emerge dal nostro database, 90% composto proprio da under 35, Myanmar, Belize, Vietnam, Panama, Albania sono alcuni tra i nuovi must. Paesi che si stanno sempre più affermando per il valore dell’esperienza in sé, e perché rappresentano posti dei quali si sa poco, e che offrono davvero molto. Quel senso d’avventura sta spingendo i nostri giovani clienti a prenotare sempre di più in questi luoghi, tanto che ad oggi possiamo affermare che a breve saliranno nella graduatoria dei paesi più visitati a livello globale, al fianco di mete più classiche”.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace