Pubblicato il: giovedì 14 Gennaio, 2016
Dal cavolfiore rosso alle pesche la ricchezza della piana di Mojo

MOJO ALCANTARA – Valorizzare i prodotti tipici. Comune aderisce ai Borghi Genius Loci

Innescare un processo culturale per un approccio consapevole dei prodotti della terra

cavolfiore_rossoLa fertile piana di Moio al centro di un ambizioso progetto che coinvolge diversi enti ed associazioni. Riscoprire la bontà dei prodotti locali e valorizzarli attraverso un approccio culturale diverso. E’ quanto intende fare  l’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Angelo Piazza, attraverso la Rete dei Borghi Genius Loci e della De.Co. promosso dalla Lurss (Libera Università rurale dei saperi e dei sapori) e dal Parco Fluviale dell’Alcantara. La De.Co, ovvero la“Denominazione Comunale” per il  “cavolfiore Rosso di Mojo”, produzione tipica locale, è un primo impegno in tal senso che sancisce una sorta di carta di identità  sulla provenienza e qualità del prodotto agricolo. L’idea dei Borghi GeniusLoci  De.Co. si colloca all’interno di un percorso culturale e di pensiero innovativo volto alla difesa delle peculiarità territoriali. Il comune  ha formalmente avviato l’iter per inserirsi nella rete  dei Borghi per la valorizzazione delle risorse ambientali, storiche culturali e del giacimento enogastronomico che nel territorio moiese può vantare un ricco paniere di prodotti della terra, basti citare pure le pesche oltre al cavolfiore. L’adesione all’iniziativa è un ulteriore passo, dopo l’istituzione della DeCo. Verso una promozione ed un consumo consapevole dei prodotti del territorio, innescando una sensibilità nuova con una diversa cultura verso l’agroalimentare. La Denominazione Comunale  non è un marchio di qualità, ma una sorta di attestazione che lega in maniera anagrafica un prodotto al luogo storico di origine.  L’avvio del percorso è stato sostenuto pure dall ‘Ente Parco Fluviale dell’Alcantara   e da Filippo Zullo che per quest’ultimo ente sta seguendo le varie fasi del progetto. Mojo Alcantara dal canto suo ha una tradizione storica ed una economia locale da sempre basata sull’agricoltura, ed un tempo pure sulla zootecnica, grazie alla fertile “piana di Mojo”. Oggi più che mai si ritorna a parlare dei prodotti tipici e dei prodotti della terra a Km zero, seppur la grande distribuzione e le grandi aziende agricole, hanno messo in crisi il settore, ma l’agricoltura  e le produzioni di nicchia rappresentano ancora un valore aggiunto al territorio e  la “Rete dei Borghi Genius Loci” rappresenta un utile strumento a rafforzare il concetto di un approccio culturale diverso per le produzioni agricole tipiche.

 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace