Pubblicato il: venerdì 6 Novembre, 2015

Si rompe anche il bypass, dichiarato lo stato di emergenza a Messina

acquamessina-500x233Emergenza senza fine quella che sta colpendo Messina. Dopo le frane che negli scorsi giorni avevano colpito un’area compresa nel territorio comunale di Calatabiano e interrotto la condotta  che rifornisce della risorsa primaria l’abitato sullo stretto, l’ennesimo guasto, che questa volta ha interessato un tratto di tubature del bypass attivato in tutta fretta dopo 9 giorni di siccità.

300 litri di acqua al secondo, che arrivavano dall’Alcantara, non sufficienti ai fabbisogni cittadini ma comunque indispensabili a sopperire ai disagi dei rubinetti asciutti, che ora non arriveranno più. Il guasto è proprio lì, nel collegamento tra la condotta di Fiumefreddo e il bypass, a Forza d’Agrò.

Dopo l’esercito, arrivato ieri a Calatabiano e oggi anche a Messina assieme alla Protezione Civile Nazionale, è arrivato anche lo stato di emergenza, dichiarato oggi dal governo per consentire un primo stanziamento di fondi da dirigere verso il rifornimento d’acqua e la costruzione di un nuovo bypass.

 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace