Pubblicato il: mercoledì 28 Ottobre, 2015
Dal 1° al 29 novembre

Med Photo Fest 2015, Catania capitale per un mese della fotografia d’autore

a Modica, Scicli, Noto e Siracusa -

gaia aprile - io, la luce e il buioDal 1° al 29 novembre Catania accenderà i riflettori sulla fotografia d’autore con la settima edizione del Med Photo Fest. La kermesse internazionale – che è partita da Modica e farà tappa anche a Scicli, Noto e Siracusa – offrirà nel capoluogo etneo un cartellone ricco di eventi, mostre di fotografi italiani e stranieri, seminari e dibattiti con maestri della comunicazione visiva e fotografica, presentazioni di libri e workshop. Si comincia domenica 1° novembre alle ore 18.00 nella Galleria – sala conferenze Agorà del Centro Borghetto Europa (Livello -1 di piazza Europa) con la presentazione del libro fotografico “Storia di un’amicizia” di Giuseppe Leone (Postcart Edizioni). «Peppino Leone – ha scritto Salvatore Silvano Nigro nella postfazione del volume – è un personaggio leggendario. È un uomo-archivio. Il suo ritratto è di scuola arcimboldesca, con brani di paesaggio, strumenti rituali, copertine di libri. La letteratura lo ha adottato, e alla letteratura ha aperto il teatro del suo mondo fatto di lastre fotografiche. Si è accompagnato con Antonino Uccello e Danilo Dolci, con la cantante popolare Rosa Balistreri e lo scrittore-filosofo Sebastiano Addamo, con Sciascia, Bufalino, Consolo. Con essi ha viaggiato dentro il loro mondo. Insieme a loro, spalleggiato da Enzo e da Elvira Sellerio, ha percorso gli orizzonti dei paesaggi siciliani, le soglie delle tante realtà antropologiche e di tutte le cerimonie sacre e profane». Il libro racconta vite unite dall’arte, dalla letteratura e da un forte legame personale, attraverso i ricordi e gli scatti del celebre fotografo ragusano. Ne discuteranno con l’autore Giuseppe Prode, Rosalba Galvagno, Pippo Pappalardo e Claudio Corrivetti . Si proseguirà sabato 7 novembre, da Agorà con quattro eventi. Alle ore 16.00 l’inaugurazione della mostra “Sagrado Perú ” di Lillo Rizzo, un reportage fotografico sulla religiosità del paese latinoamericano, dove antiche ritualità andine e cattoliche si integrano e si confondono; a seguire la doppia inaugurazione delle mostre dei portfolio delle siciliane Valeria Tomaselli (”Questa non è una porta”) e Gaia Aprile (“Io, luci e ombre”); le tre esposizioni potranno essere ammirate fino al 22 novembre: visite da domenica a giovedì, ore 8.00-21.00; venerdì e sabato, ore 8.00-24.00. Alle ore 18.00, infine, la sala conferenze ospiterà la presentazione del nuovo magazine di fotografia “EyesOpen” a cura di Barbara Silbe e Manuela Cigliutti . Martedì 10 novembre alle ore 18.00 nel Centro di Arti Visive Sikanie (Piazza Duca di Genova 18/A) sarà inaugurata la mostra del progetto collettivo “OCOLOY” a cura di Pippo Pappalardo. Il titolo è l’acrostico di “One Camera One Lens One Year”, un programma sviluppato dai soci del Centro, che per un anno hanno utilizzato una sola macchina fotografica e un solo obiettivo. Gli scatti così realizzati saranno esposti da Sikanie fino al 29 novembre.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace