Pubblicato il: lunedì 26 Ottobre, 2015
bloccare lo spopolamento ed attirare turisti

MALVAGNA : promuovere il territorio. Istituito un ufficio ad hoc

censimento case libere

malvagnaComuni dell’entroterra che si spopolano ed amministratori alla ricerca di soluzioni. Vie e piazze silenziose avvolgono questi centri, dai Peloritania i Nebrodi e’ un susseguirsi di piccoli centri, su 108 comuni nel messinese molti non superano i 1000 abitanti, così come Malvagna dove è stato istituito “l’Ufficio per la promozione del territorio”. Si tenta il possibile, portare gente, turisti, non far cadere a pezzi interi quartieri. Ad annunciarlo è il sindaco Giuseppe Cunsolo con un avviso diramato in questi giorni e dove si spiegano ai cittadini le motivazioni dell’iniziativa e le opportunità. Al municipio è stato quindi predisposto l’ufficio ed il personale che si dovrà occupare di ciò, nell’intento di far conoscere il territorio malvagnese a livello nazionale, almeno così si legge nella premessa al provvedimento. L’obiettivo è promuovere il territorio con finalità turistiche sopratutto , provando ad attirare visitatori e turisti in questa realtà alcantarina interessata da un significativo decremento demografico, così come altri comuni dell’entroterra. Con lo stesso avviso il sindaco invita i proprietari di immobili abitabili e disponibili ad essere affittati ai turisti, di segnalarli all’Ufficio appena istituito, al fine di creare un elenco di case eventualmente disponibili da poter affittare ai potenziali turisti. E’ uno dei pochi comuni siciliani a dotarsi ufficialmente di un ufficio ad hoc per la promozione del territorio, e probabilmente però in tal senso va avviata contestualmente una opportuna campagna di comunicazione, anche al fine di creare quella cultura dell’accoglienza turistica per la riuscita dell’iniziativa. L’idea ha registrato inevitabilmente i pro e i contro dei concittadini, dove non tutti credono a possibilità di incrementare il turismo, e piuttosto sollecitano verso altre progettualità ed iniziative. Accanto a questo però occorre rendere fruibile il territorio, cercando di recuperare il patrimonio storico architettonico, come l’ex convento di San Giuseppe, la cuba bizantina, ecc. Lodevole comunque l’iniziativa dell’Amministrazione comunale, che sta cercando in tutti i modi di valorizzare e promuovere l’artigianato e l’agricoltura locale, organizzando e partecipando ad eventi specifici. Si riuscirà nell’intento? Non sappiamo, ma i Comuni sono con le mani legati e lo spopolamento di questi centri inizia a preoccupare, anche perché contestualmente diminuiscono i servizi, come uffici postali, autolinee, scuole a rischio, ecc.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace