Pubblicato il: domenica 20 Settembre, 2015

“Dal Circuito Madonita alla Catania Etna” con la scuderia Targa Florio

targafInizio in grande stile per la kermesse che raduna in questi giorni gentlemen drivers, professionisti e collezionisti provenienti da tutta Italia: la manifestazione “Dal Circuito Madonita alla Catania Etna” – ideata da Scuderia Targa Florio e organizzata da Magam in collaborazione con Comune di Nicolosi, Ente Autodromo di Pergusa, Associazione Città dei Motori, Anciexpo, Rai Isoradio e Polizia di Stato e con il patricinio dell’Automobil Club di Catania – è partita ieri con i test drive di Mercedes Comer Sud e di Mahindra con PL Auto all’Autodromo di Pergusa.

Ieri, sabato 19 settembre, i partecipanti al II Concorso di eleganza dinamico, dopo le prove non competitive sul tracciato immerso nella riserva naturale dell’omonimo lago, si sposteranno in carovana – scortati dalla Polizia di Stato – alla volta di San Giovanni la Punta, dove nel primo pomeriggio sosteranno per una tappa espositiva in Piazza Municipio, per poi dirigersi a Nicolosi dove si svolgerà la seconda parte del raduno: partenza dai “Pini” e tre giri del circuito cittadino; sfilata serale delle auto in concorso; spettacolo serale con ospiti musicali.
targaflOggi altre tre manche dimostrative per il circuito cittadino che fino al 2010 a ospitato la storica cronoscalata etnea. Tra gli ospiti d’onore presenti da ieri a Pergusa anche Arturo Merzario: «Sono molto legato ai circuiti siciliani, a Pergusa ho iniziato la mia carriera e conquistato tante vittorie, adesso la situazione è cambiata – ha commentato l’ex pilota di Formula uno che salvò dalle fiamme Niki Lauda nell’incidente in Germania – purtroppo la politica non riesce più a valorizzare questi tracciati che rappresenterebbero una risorsa per il territorio».

Tante associazioni del panorama motoristico partecipano quest’anno in qualità di partner: il Ferrari Club Italia di Maranello, il Cortina Car Club e il circolo auto storiche Panormus: «Abbiamo riunito tutte queste realtà per testimoniare il potenziale aggregativo che il mondo dei motori possiede ancora da noi in Sicilia – ha sottolineato Michele Miano, presidente di Scuderia Targa Florio – vorremmo che le istituzioni ascoltassero il nostro appello che passa anche da eventi come questo». Gli ha fatto eco Mario Gazzo di Magam, organizzatore dell’iniziativa: «Abbiamo inaugurato un nuovo modo di intendere il turismo motoristico, con le sinergie giuste potremo coinvolgere sempre più sportivi e appassionati, nell’ottica di coniugare le eccellenze motoristiche e le nostre bellezze paesaggistiche».

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace