Pubblicato il: lunedì 14 Settembre, 2015

Aumento tassa di soggiorno, albergatori di Taormina in rivolta

comunetaormina_1Si sollevano in massa gli albergatori di Taormina dopo l’aumento della tassa di soggiorno in città deliberata alla fine della scorsa settimana dal consiglio comunale. Le associazioni di categoria accusano tra l’altro i consiglieri di aver approvato l’aumento della tassa in un momento in cui le strutture ricettive hanno già stretto i loro accordi per il prossimo anno con i tour operator, andando quindi a pesare unicamente sulle tasche degli imprenditori del settore alberghiero.

Aumento indebito, mancata concertazione con gli albergatori, e anche utilizzo errato degli importi, è ciò che viene contestato all’amministrazione comunale. I rappresentanti degli albergatori hanno a tal proposito presentato un esposto alla Corte dei Conti sull’utilizzo delle somme ricavate dall’esazione della tassa di soggiorno nelle strutture turistiche, che nasce come tassa di scopo il cui gettito deve essere obbligatoriamente destinato ad alcune finalità previste, come il finanziamento di interventi in materia di turismo, recupero beni locali e dei servizi pubblici.

Gettito, di 4,5 milioni di euro, che invece potrebbe essere stato utilizzato come boccata d’ossigeno per le casse comunali da tempo in difficoltà.

 

 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace