Pubblicato il: mercoledì 9 Settembre, 2015

Il maltempo paralizza la costa Jonica, strade invase dal fango

IMG-20150909-WA0001E’ la costa jonica la più colpita dal maltempo che in queste ore sta imperversando sulla Sicilia: nessun comune costiero, e con il prosieguo delle ore anche in quelli interni, si è salvato dall’immensa massa d’acqua caduta incessantemente sulla provincia di Messina, spostandosi poi verso Catania.

Allagati i comuni di Giardini Naxos, Taormina,  Castelmola, San’Alessio e Letojanni. I diversi punti l’acqua ha allagato completamente le strade, trascinando auto e oggetti, tra cui un furgone trascinato fino al mare, e lasciando dietro di sè un ammasso di fango, detriti e danni. Tra le zone più colpite via Nazionale a Giardini, dove l’acqua è stata fatta defluire ma restano i detriti e la circolazione è ancora off limits. Anche Corso Umberto a Taormina si è trasformato in un fiume in piena, arrivando a mettere a rischio l’incolumità delle persone: 400 turisti, alloggiati in strutture minacciate dall’esondazione di canali e torrenti, sono stati sgomberati dalla località turistica.

Circolazione difficile in tutta la zona: la statale 114 “Orientale Sicula” è ancora interrotta a causa di uno smottamento, così come restano chiuse le uscite autostradali di Giardini e Taormina. Difficile la situazione delle strade verso Catania, dove le carreggiate sono per lunghi tratti allagate. Sospesi i collegamenti ferroviari con Catania per allagamenti nelle stazioni di Letojanni e Alcantara. Le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse in tutta la zona almeno per la giornata di domani.

 

Di seguito una galleria fotografica dei danni causati dal maltempo (fonte: facebook)

 

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace