Pubblicato il: martedì 26 Maggio, 2015

Straordinaria invasione di ferola incuriosisce studiosi e turisti

MOJO ALCANTARA straordinaria invasione di ferola incuriosisce studiosi e turistiMOJO ALCANTARA – Straordinaria invasione di fèrola nel territorio alcantarino, per un paesaggio invaso da un numero impressionante di queste piante che hanno ingiallito il contesto. Un fenomeno che neanche i più anziani ricordano a memoria d’uomo così vistoso ed esemplare. Si tratta di quella pianta che comunemente in dialetto si chiama “ ferra” e che un tempo veniva utilizzata per costruire sgabelli veri e propri o altri accessori, una tradizione ormai quasi abbandonata del tutto. La zona del Vulcanetto, il cratere etneo spento, e sulle sponde del fiume Alcantara, laddove il terreno è di origine vulcaniche, vi è ormai una vera e propria giungla di queste piante, sorte anche ai bordi delle strade provinciali e creando un suggestivo percorso tra queste piante ombrellifere che arrivano fino a 2 metri di altezza.

Dopo la fioritura la pianta tende a indurirsi e ad assumere connotazioni legnose. Il fenomeno sta incuriosendo parecchi, numerosi i turisti in transito che si fermano per fotografare il paesaggio e questa giungla di fèrola (alcuni dizionari la chiamano anche fèrula), arricchita in alcuni tratti anche da ginestre ancora più gialle. Il fenomeno probabilmente attesta come anche l’ecosistema e i microclimi stiano cambiando, modificando anche i processi di crescita e diffusione di piante che da sempre caratterizzano il territorio ma mai avevano assunto una così straordinaria diffusione ed esuberanza anche nelle forme ed altezze.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace