Pubblicato il: martedì 19 Maggio, 2015

Pescatore di asterischi: “Via”

VIApescatore-225x300
Non sono più tanto giovane, la mia esperienza pesa nelle mie tasche come pietra
brucia nel mio petto come se nel sangue scorrese benzina
straniero nella città che mi ha visto morire e poi cullato tra le sue vie
In notti buie e fredde di spietata solitudine in compagnia di bicchieri sempre più vuoti
ma la vita non si ferma, non aspetta e mi reclama a urlando
come è sempre stato, come oggi sarà di nuovo ieri e domani diverrà oggi
Il mio unico crimine è quello di voler vivere la mia vita senza fermarmi
la mia colpa quella di voler nutrirmi del veleno che mi hanno lanciato addosso
cercando di rimanere pulito restituirlo goccia dopo goccia
perchè la vita non mi aspetta,  non si ferma,
ed oggi sarà ieri, domani sarà oggi
ora devo correre, la strada mi reclama, il mio cuore pompa rabbioso
ed è di nuovo metallo pesante nelle orecchie e corazza di pelle nera
è tempo che vada, via, sempre più forte per epurarmi dal fango che mi copre
Perchè la vita non mi aspetta, non rallenta,
oggi sarà ieri, domani diverrà oggi
Daniel Bertuolo

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace