Pubblicato il: mercoledì 10 gennaio, 2018
Special Guest della manifestazione è il siciliano Liborio Capizzi di Ribera (Ag)

MILANO Moda – Tortona Fashion District, dal 13 al 15 gennaio 2018 ritorna White

Protagonisti 217 marchi, di cui 157 pre-collection donna

Il salone, patrocinato dal Comune di Milano e in partnership con Confartigianato Imprese, sarà on stage nel Tortona Fashion District, dal 13 al 15 gennaio 2018, presentando una serie di importanti sviluppi nella strategia del salone. Il punto di partenza è la selezione e l’internazionalità delle proposte: 217 marchi, di cui 157 pre-collection donna – ormai segmento di riferimento per il trade show di gennaio e giugno – suddivise fra le sezioni ONLY WOMAN e MAN & WOMAN, di cui il 40% è made in Italy e il 60% proviene dall’estero. Per primo WHITE ha creduto nella formula pionieristica di presentare insieme le collezioni uomo e donna, proprio come sta accadendo di recente sulle passerelle internazionali. Il salone è inoltre l’unica manifestazione italiana che ha creduto nel fenomeno delle pre-collezioni donna, lanciando una sezione ONLY WOMAN con un layout dedicato, in cui sono selezionate preview di questo segmento sempre più importante anche nella moda contemporary. Special Guest della manifestazione è DILIBORIO, mentre il designer cinese Miao Ran sarà protagonista di uno Special Event, con un’area dedicata al suo marchio Miaoran. Siciliano di nascita, toscano d’adozione, Liborio Capizzi è stato il più stretto collaboratore di Gianfranco Ferré. Suggestioni visive che si contrappongono, volumetrie fuori dal consueto e artigianalità contemporanea: questi i capisaldi delle creazioni firmate DILIBORIO. In ogni collezione del designer convivono anime apparentemente contrastanti, tradizione vs avanguardia; etnicità e contemporaneità; suggestioni d’epoca e punk rock. Tutto questo si riverbera nello stile di Liborio Capizzi, che spiega: «Sono davvero grato della partecipazione a questa edizione di WHITE MAN & WOMAN, grazie al cui supporto potrò condividere la mia personale dimensione e il mio personale mondo Uomo e Donna DILIBORIO, con l’universo distintivo di ricerca e l’internazionale visibilità del salone». WHITE promuove da sempre nomi di nicchia come DILIBORIO, che vanta una distribuzione nei migliori top multibrand store, come Linde de Palais, Antonioli, 10 Corso Como, H Lorenzo, Leclaireur. Tutt’altra sensibilità estetica per Miao Ran, talentuoso stilista cinese distribuito già in store come Penelope, Biffi, Club 21 e che si esprime al salone con uno Special Event. Già noto per il suo approccio genderless, Miao Ran ha fondato il brand eponimo nel 2014, dopo esperienze di studio al Politecnico di Milano e alla NABA, una formazione nel reparto stile di Missoni e dopo aver raccolto consensi nel mondo dell’arte e del teatro. Miao Ran focalizza la sua creatività sulla multi-funzionalità della moda, dando nuovi significati a tagli e forme. Un mix di stili e ispirazioni decisamente insolito, perché coniuga le ispirazioni orientali alla sartorialità classica del made in Italy. «Sono molto contento di essere presente a questa edizione di WHITE. Apprezzo molto il lavoro di ricerca che il salone ha fatto negli ultimi anni e in questo momento rappresenta il partner ideale per promuovere la mia collezione», afferma lo stilista. WHITE, salone innovatore sin dagli esordi, presenta con un teaser event il 14 gennaio 2018, un’importante novità nel mondo sportswear&streetwear, un segmento che ha da sempre caratterizzato il Dna della manifestazione. Basti WHITE MILANO – sede uffici via Tortona 27 – 20144 Milano – press@whiteshow.it – www.whiteshow.it– tel 02/34 59 27 85 pensare a marchi di ricerca come GCDS e KTZ, che oggi sono realtà importanti. E ancora, nelle edizioni precedenti sono state numerose le sperimentazioni di successo, come la sezione Backdoor & La Ferramenta @ WHITE – che ha portato nel cuore di via Tortona l’essenza dello streetwear più evoluto – e la WOKROOM con una miscela di designer d’avanguardia provenienti da tutto il mondo; e il progetto WOW – WHITE ON WEB con Highsnobiety; oggi, il nuovo sviluppo nel segmento sportswear è l’importante collaborazione con Tomorrow Showroom. Il teaser di gennaio preannuncia la nascita – all’interno della cornice industriale dell’Ex Ansaldo – Tortona 54 – di WHITE STREET MARKET, la prima sezione B&C – business and consumer, che vedrà, con l’edizione di giugno 2018, insieme per la prima volta i buyer provenienti da tutto il mondo per la Milano Fashion Week e il pubblico finale. WHITE porta a Milano un format di successo già in parte sperimentato in altre città e ancora assente in Italia, ma seguendo un percorso d’innovazione, anche attraverso i new digital media. In work in progress un accordo con uno dei player più importanti dell’ecommerce. Lo speciale format è stato sviluppato da WHITE insieme a due tra i più qualificati interlocutori del settore streetwear: Paolo Ruffato fondatore di Probeat Agency (promotore e project leader del progetto) – una delle agenzie di riferimento nel mondo street&fashion. E Walter D’Aprile, fondatore di nss magazine e nss factory, digital media agency specializzata nel mondo top street sport & fashion. D’Aprile seguirà l’art direction dell’evento, oltre ad essere membro del comitato di selezione dei brand. Il teaser event del 14 gennaio sarà caratterizzato da una performance musicale curata da Club To Club – la music & entertainment authority che produce ogni anno il festival italiano più importante di musica elettronica a Torino (con 60mila presenze nel 2017). Club to Club ricopre il ruolo di music art direction e sound landscape design di questa sezione. WHITE STREET MARKET riunisce insieme le autorità della street culture e prevede mostre, concerti, workshop, attività di engagement del pubblico, soprattutto dal punto di vista culturale. «WHITE è da sempre sinonimo di sperimentazione – commenta Cristina Tajani, Assessore alle Politiche del Lavoro, Commercio, Moda e Design – con format di eventi a metà strada tra la cultura e il commercio, capaci di coinvolgere la città di Milano, come è avvenuto nelle Urban Catwalk e con questo nuovo progetto WHITE STREET MARKET». «WHITE ha nel suo Dna l’innovazione fin dagli esordi. È un progetto nato grazie ad un’idea rivoluzionaria nel settore fieristico. Sono sempre consapevole che rimane innovativa la sua formula di presentazione delle collezioni uomo e donna insieme, durante le edizioni di gennaio e giugno. Oggi, nello stesso modo, sento l’esigenza di sperimentare un nuovo format dedicato allo sportswear&streetwear, con l’apertura al pubblico che potrà avere un potenziale enorme sul mondo e-commerce», dichiara Massimiliano Bizzi, Founder di WHITE. Proprio nel segno dello sportswear, il salone lancia il secondo appuntamento con l’Athleisure – dopo lo step di giugno 2017 – e rafforza la collaborazione con la showroom londinese Tomorrow. Il format, Ahead, curato da Alfredo Canducci Pais Ferreira, Executive Director of Strategy and Development, Tomorrow London Limited, è cresciuto sia sotto il profilo qualitativo che quantitativo e presenterà 15 marchi del calibro di, No Ka’Oi, Monreal London, C-Clique, Sapopa per il womenswear; White Mountaineering, Geym e KAPPA x AFL x SHAUNA.T/P.A.M per il menswear, che animeranno un’installazione multimediale con le loro collezioni, assieme ad altri ancora. Sottolinea Canducci: «La bellezza dello sport è nell’imperfezione. Tutto succede grazie al superamento dei propri limiti, spesso non vi è certezza nei risultati ma il percorso è ricco di sfide e dedizione. Ispirati dai giochi olimpici celebriamo con Ahead lo spirito di competizione, di sopravvivenza e perseveranza del mondo dello sport, che entra sempre più nel nostro vivere quotidiano». Sempre nell’ambito dell’interazione tra la  manifestazione e le showroom, torna sotto i riflettori il progetto Showroom WHITE MILANO – sede uffici via Tortona 27 – 20144 Milano – press@whiteshow.it – www.whiteshow.it– tel 02/34 59 27 85 Connection@WHITE, lanciato anch’esso a giugno 2017. A questa edizione saranno sia designer label come Lucio Vanotti, Milano 140, YOJ by Laura Strambi, Cinzia Araia, Nuwoola sia aziende come Alberto Guardiani, I’m Isola Marras by Efisio Marras, Barracuda, Smarteez, Paperlace London e Space Style Concept ad avvalersi di questa opportunità marketing oriented, che ha l’obiettivo di creare una rete di collaborazione tra il salone, le showroom e i brand stessi, tramite una strategia commerciale e di comunicazione dedicata per accrescere il flusso dei buyer alle showroom milanesi. Nel solco della sintonia sempre più completa tra la manifestazione e le showroom di rilievo del fashion system, WHITE porta al salone alcune tra le più interessanti realtà internazionali, come Vald Agency, che schiera Henrik Vibskov, Beira, House of the Very Island’s, Anntian e EATABLE; Six London, con Dorateymur, Nicole Saldaña, Toga Pulla; 3rd Eye Showroom, da cui provengono Fou, Alexandra Moura, LaLa Love; da Berlino arriva The Abyss Studios, con Last Heirs, Used Future; Wemaisnone. Inoltre, nell’ambito del format Friends of WHITE si riconferma la presenza di Baltimora Studio e delle sue label cutting edge. L’area MAN & WOMAN è uno dei punti fermi del salone di gennaio, grazie al concept espositivo che permette di proporre, insieme, sia le collezioni maschili sia le anticipazioni del womenswear. Tra i nomi da non perdere a questa edizione sono: Thom Krom che, con il suo monocromatismo, riesce sempre a coniugare un’idea di bellezza individuale; così come l’estetica sartoriale di Sabàto Russo e del suo Sartorial Monk che mette in scena la sua estetica e lineare all’interno di una Special Area. Tra gli altri highlight di questa sezione ci sono realtà come True NYC, l’estrema versatilità dal taglio urbano degli accessori di Stighlorgan; il simbolismo romantico e ribelle di Amxander, del duo artistico Jason Alexander Pang e Chen Rong. A cui si affiancano le differenti identità estetiche di marchi come Rold Skov, Sein Clln, Riceman, Fujito e Consistence che, con la loro presenza, rafforzano il carattere internazionale del trade show. Tra gli italiani non si può non nominare Alpha Studio. In più qui trova il suo habitat naturale anche l’impulso creativo di Efisio Marras con I’M Isola Marras. Altro asset imprescindibile è la sezione ONLY WOMAN, ideata per dare risalto alle pre-collezioni donna, dove trovano spazio sia punte di ricerca internazionale come AALTO, la label finlandese ideata da Tuomas Merikoski, sia grandi aziende come Semicouture, brand high level, che torna a WHITE. Accanto a questi nomi, questa sezione fa sfoggio anche di marchi come 2ndday, Besfxxk, Alumnae, LaSeine&Moi, Pellico e Quantum Courage. Sempre nell’ONLY WOMAN spiccano anche i capi spalla dal sapore artigianale di Shenography. Si rinnova anche il consueto appuntamento con il Premio Ramponi, giunto ormai all’ottava edizione. Il contest – ideato e voluto da Alfredo Ramponi, titolare dell’omonima azienda made in Italy e leader nella produzione di strass e borchie in ABS per abbigliamento e accessori – premia la creatività di Azzurra Gronchi, giovane designer toscana di borse e scarpe che, nelle sue collezioni, esprime la profonda conoscenza della materia prima unita a un’inconsueta estrosità ideativa. Verso giugno 2018, Ramponi, l’azienda di Carbonate (Como) sbarcherà a Piazza Affari, a Milano, quotandosi in Borsa, nel solco di un percorso d’internazionalizzazione e di tutela dei propri brevetti, anche al di fuori dei confini nazionali. Tra le novità di WHITE MAN & WOMAN di gennaio si segnala il debutto di due nuove aree tematiche dedicate al bijoux e alla maglieria, all’insegna della qualità made in Italy e patrocinate da Confartigianto Imprese. WHITE BIJOUX – vetrina sui gioielli moda e sui bijoux d’autore, realizzata in collaborazione con la piattaforma Birik Butik di Filippo Ronchi e Jurgita Rubikaite – fino a ieri appannaggio di WHITE MILANO, trova ora un nuovo spazio in cui esprimersi. Ad animare questa sezione saranno presenze consolidate nel panorama dei gioielli d’artista, come Bjorg, WHITE MILANO – sede uffici via Tortona 27 – 20144 Milano – press@whiteshow.it – www.whiteshow.it– tel 02/34 59 27 85 Quite Quiet e Sophie D’Agon. Il focus knitwear vede un mix tra marchi di ricerca e aziende consolidate nel settore. Tra i debutti, il marchio Avril 8790 presenta la sua prima capsule di abbigliamento 100% maglieria. Cardigans, kimonos e coats oversize in cashmere e cashmere-seta si ricoprono di jacquard psichedelici, dal forte impatto cromatico e dal tocco ultra soft. Figlia di Mely’s Maglieria, Avril 8790 affonda le sue radici in una storia di eccellenza produttiva del knitwear, con oltre 60 anni di esperienza. E ZINCO è una capsule di maglieria da uomo, con un heritage basato sulla tradizione, trovando espressione nella particolare cura della qualità dei filati e dei materiali utilizzati per la confezione dei modelli. La tradizionale maglieria maschile viene così reinterpretata da ZINCO. Filati come il cashmere e la seta o l’alpaca vengono utilizzati insieme, dando vita a capi pregiati e assolutamente unici. Non mancano i focus sul mondo del beauty e del lifestyle con realtà come Teatro Fragranze Uniche, Parco 1923, Depot The Male Tools&Co. e altri ancora, che a WHITE offrono uno spaccato sulle ultime novità di questo segmento sempre più importante nell’offerta degli store. Altro atout del salone è WHITE GLASSES. Gli occhiali più all’avanguardia dell’eyewear internazionale sono presenti alla manifestazione, con marchi del calibro di //Delirious, Spektre Sunglasses, Paquerettes Paris. La loro presenza testimonia la volontà di WHITE di andare incontro alle esigenze dei top buyer, offrendo loro lo spettro più ampio di proposte, pensato per le selezioni del prossimo autunno-inverno 2018/19. Conclude Brenda Bellei, Ceo di M.Seventy, ente organizzatore dei saloni: «WHITE è costantemente in evoluzione e ama la sperimentazione. Ogni novità, ogni espressione di WHITE sono frutto di un’attenta analisi della situazione geopolitica e merceologica, a cominciare dalla città di Milano e proseguendo, poi, con i palcoscenici di Shanghai, Tokyo, Londra (solo per citare quelli del 2017) dove portiamo road show ed eventi ideati per fare conoscere worldwide la nostra WHITE Experience.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace