Pubblicato il: lunedì 11 settembre, 2017
Coltivato a Bronte ed in provincia di Agrigento

RIMINI – Col pistacchio siciliano conquista il Gelato World Tour

Esperti internazionali in giuria

MICHELE LA ROSA –  C’è voluto il pistacchio siciliano a far conquistare il titolo del “gelato più buono del mondo” . Arriva dall’Italia il miglior gusto di gelato al mondo incoronato durante la serata del 10 settembre 2017 a Rimini per la Finale Mondiale di Gelato World Tour. Il nome è semplice tanto quanto il gusto è prelibato: “Pistacchio” ed è l’unione di tre qualità di pistacchi tutti siciliani, due di Bronte e uno dell’agrigentino. L’ha creato l’artigiano Alessandro Crispini della gelateria Crispini di Spoleto (Perugia), che per esaltare ancora di più il gusto ha aggiunto il pregiato fior di sale di Cervia che apporta al gelato una straordinaria sapidità. La pioggia non ha fermato l’evento più goloso al mondo dedicato al gelato con un laboratorio a vista in cui sono stati prodotti 2500 kg di gelato fresco in tre giorni e 50.000 visitatori registrati.

Sono davvero emozionato e non mi aspettavo di vincere”, rivela l’artigiano perugino. “Il pistacchio può essere ritenuto da molti un gusto banale, ma attraverso lo studio approfondito delle materie prime ho creato qualcosa di solo apparentemente semplice ma in realtà molto complesso. Le tre varietà di pistacchio sono tostate per 24 ore, poi scottate con zucchero e bacche di vaniglia del Madagascar. Sono onorato che sia stato apprezzato!”. Crispini, molto emozionato durante la premiazione, ha voluto dedicare la vittoria alla sua compagna in dolce attesa.

La giuria era composta da 47 membri tra esperti di gelato, chef e giornalisti. Tra questi Pierpaolo Magni, presidente della giuria della Coppa del Mondo di Gelateria; i gelatieri campioni del mondo Giancarlo Timballo e Sergio DondoliVictoria Jordan, James Beard FoundationEleonora Cozzella, scrittrice e giornalista di Repubblica – Sapori; Jay Cheshes, giornalista per il Wall Street Journal e il New York Times; Alfredo Tesio, presidente del Gruppo del Gusto dell’Associazione Stampa Estera in Italia; Alberto Faccani, chef del Ristorante Magnolia di Cesenatico e rappresentante dei Jeunes Restaurateurs d’Europe; Silver Succi, chef del Quartopiano Suite Restaurant di Rimini; Carla Brigliadori, chef e rappresentante dell’associazione Chef to Chef Emilia Romagna. Presidente di giuria: Luciana Polliotti, storica e curatrice del Gelato Museum Carpigiani.

Relativamente al pistacchio siciliano possiamo dire che quello di ” Bronte” è ormai conosciuto in tutto il mondo prima ancora di questo premio, mentre si fa strada pure il pistacchio della Valle del Platani, nella provincia di Agrigento, nella zona di Racalmuto, due realtà che seppur in province diverse da tempo collaborano per trasferire le competenze brontesi in materia in quest’altra  area dell’isola, con clima e geomorfologia dei terreni certamente diverse.

Gli altri premiati :

Guido e Luca De Rocco, padre e figlio di origine italiana residenti in Germania, si sono aggiudicati il secondo posto con il gusto “Tributo alla Serenissima”, un sorbetto di uva fragola con noci caramellate che hanno deciso di dedicare al Veneto, loro terra d’origine.

Il terzo posto è stato conquistato dal gusto “Amor-Acuyà” della giovanissima gelatiera colombiana Daniela Lince Ledesma di Medellín. Questo gusto esotico unisce tre differenti sensazioni: le note dolci e aspre del frutto della passione, la panna e un cioccolato colombiano al 65%, ottenendo così un piacevole contrasto dolce amaro.

Ecco le Menzioni Speciali:

Menzione Speciale per la Giuria Tecnica consegnato da Luciana Polliotti, presidente onoraria della Giuria e curatrice del Gelato Museum Carpigiani ex aequo:

  • “Cocco Sogno” di Angelo e Giuseppe Lollino & Ali Caine Hung delle gelaterie Massa Caffè Italiano, Vero Coffee & Gelato e Campanella Cremeria a Elmwood Park, Chicago (USA)
  • “Il mio cioccolato” di Renata Somogy della Gelateria Bringatanya Fagyzò a Gyenesdiás (Ungheria)

Menzione speciale della Giuria Popolare ex aequo (i gusti che hanno ricevuto più voti da chi ha acquistato il Gelato Ticket):

  • “Gorgonzola e Pere variegato con fichi e noci” di Michael, Brian & Teresa O’Donnell della Gelateria 48 Flavours di Adelaide (Australia)
  • “Sorbetto Ananas, Sedano e Mela” di Taizo Shibano della gelateria Malga Gelato a Nonoichi (Giappone)

Menzione speciale dell’Associazione Stampa Estera in Italia consegnato da Alfredo Tesio, presidente del Gruppo del Gusto:

  • “The Asian Story” di Sharon Tay della Gelateria Momolato di Singapore (Singapore)

Menzione Speciale dei Maestri Gelatieri:

  • “Sapore d’Amatrice” di Daniele Mosca della gelateria Il Gelatiere di Amatrice, Rieti (Italia)
  • “Yogurt al miele con lamponi e noci” di Erik & Hermien Kuiper della Gelateria De Ijskuip di Denekamp (Olanda)

Menzione speciale della Stampa ex aequo:

  • “Latte e menta selvatica” di Silvia & Lara Pennati di Formazza Agricola di Formazza, Verbania (Italia)
  • “Cioccolato al bourbon con noci pecan candite con sciroppo d’acero” di Tammy Giuliani della Gelateria Stella Luna Gelato Caffè a Ottawa (Canada)

Menzione speciale Il Resto del Carlino: “Pistacchio” di Bruno di Maria del Ristorante Madison di Realmonte, Agrigento (Italia)

I gusti in gara erano 36 presentati da altrettanti team provenienti da 19 nazioni, di questi ben 17 erano donne. Il Villaggio di Gelato World Tour era stato allestito lungo la passeggiata del Parco Federico Fellini in un anno in cui il consumo di gelato ha avuto una stagione record con una crescita stimata del +10% in Italia.

Commenti

commenti

Informazioni sull'Autore

Per restare aggiornato clicca mi piace